stadio san siro

Italia Portogallo a San Siro per dimenticare la Svezia

Sold out a San Siro per gli azzurri che affronteranno sabato sera il Portogallo. Lo stadio fu teatro lo scorso anno della mancata qualificazione ai Mondiali

Poco più di un anno fa, in quel ‘famigerato’ 13 novembre del 2017, l’Italia del calcio dopo sessant’anni vide sfumare la possibilità di partecipare al campionato di mondo del calcio. Un pareggio contro la Svezia, negò agli Azzurri il viaggio in Russia. La cocente delusione, vissuta come shock storico a livello popolare, venne vissuta a San Siro.

Il magico stadio di Milano, che ha sempre portato bene alla nazionale di calcio italiana (in questo stadio mai una sconfitta, ndr), questa volta non fu di parola. Ma più che altro di parola non furono i giocatori e il loro allenatore Gian Piero Ventura. Incapaci di trovare la chiave di volta per sbarazzarsi di una squadra, tutto sommato, di media caratura e sicuramente battibile.

Scopri QUI il nostro canale dedicato allo sport!

Italia Portogallo a San Siro: la seconda chance

Archiviato la pagina più nera del calcio di casa nostra, sabato sera San Siro avrà una ‘seconda chance‘: l’Italia affronterà il Portogallo per l’ultimo impegno di Nations League. In caso di vittoria, gli azzurri si qualificheranno per le semifinale di questo neonato torneo europeo (sempre se i portoghesi non batteranno la Polonia il prossimo 20 novembre), che si diputerà a maggio del 2019.

L’appuntamento allo stadio è fissato per domani, sabato 17 novembre alle 20:45. Atteso il pienone, rimangono ancora pochi tagliandi in vendita. Saranno quindi quasi ottantamila a tifare e incitare gli azzurri che di fronte avranno una squadra nelle ultime stagioni salita alla ribalta e campione d’Europa in carica. In campo (per nostra fortuna) non ci sarà Cristiano Ronaldo. In questo momento Cr7 preferisce rinunciare alle convocazioni della sua nazionale per concentrarsi sulla sua nuova esperienza con la maglia della Juventus

Tornando al match contro i lusitani, Roberto Mancini, nuovo allenatore della squadra italiana e accolto come ‘uomo della provvidenza e della sperata rinascita’, schiererà un undici titolare giovane e grintoso. Dalla sua, l’allenatore potrà contare sul grande affetto dei milanesi presenti sulle tribune. Così come il coach spera nello storico relativo a questa sfida. L’Italia affrontò il Portogallo nel 1987, vincendo per tre a zero, e lo stesso Mancini fu protagonista di quella vittoria, mentre nel 1993 gli azzurri sconfissero i portoghesi questa volta per uno a zero in una partita che si giocò, guarda caso, il 17 novembre, stessa identiica data della prossima sfida.