RSA Milano, arriva Eccomi!: un canale di comunicazione con le famiglie

Nelle RSA di Milano arriva Eccomi!: un canale di comunicazione sempre aperto verso le famiglie e la comunità. Una nuova possibilità di dialogo tra gli ospiti e i loro cari favorita da strumenti digitali

e cuore entrano in dieci RSA di Milano. Grandi schermi e connessioni potenti per colmare la distanza tra gli anziani ospiti e i loro cari. Si chiama Eccomi!. Un progetto promosso da Fondazione Amplifon, Cisco, Durante e Comune di Milano, con l’appoggio di UNEBA Lombardia. Vuole offrire agli ospiti delle residenze sanitarie assistenziali nuovi strumenti per comunicare con le famiglie.

A partire da oggi, dunque, in dieci strutture per l’accoglienza e la cura degli anziani, è attiva una postazione di telepresenza Cisco Webex DX80. Attraverso uno schermo da 24 pollici le persone possono comunicare con i propri cari anche in . I familiari degli ospiti, dal canto loro, possono usare per collegarsi qualsiasi dispositivo connesso a Internet: smartphone, PC o tablet.

I sistemi sono installati gratuitamente e ogni RSA, e gli utenti da remoto, dispongono di assistenza continua (una collaborazione con l’azienda Durante e Fondazione Amplifon).

Le dichiarazioni

In questi ultimi mesi a causa della pandemia – ha dichiarato il Sindaco di Milano, Giuseppe Sala – le persone anziane, in special modo se ospiti delle RSA, hanno dovuto vivere separate dai propri cari senza incontrarli e abbracciarli. Una scelta necessaria a proteggerli. Al contempo un dolore grandissimo per loro e per i loro familiari costretti a vederli e a sentirli solo dal piccolo schermo di uno smartphone. Ora gli incontri, benché ancora a distanza, potranno avvenire su schermi grandi e nitidi e con un audio potenziato. Sarà quasi come vedersi e parlarsi faccia a faccia”.

Si tratta di un’iniziativa che cerca in maniera concreta di far fronte ad un bisogno di molti anziani ospiti nelle Case di Riposo e nelle RSA – spiega Maria Cristina Ferradini, Managing Director di Fondazione Amplifon –. Il lockdown ha determinato una situazione di isolamento prolungato, che va combattuto con tutte le nostre forze non solo perché ne va della qualità e della vita quotidiana e della loro serenità, ma anche perché può generare anche problematiche di ordine cognitivo e relazionale. Dare la possibilità ad un anziano di poter dialogare e vedere in modo semplice e immediato i propri cari ha un valore grandissimo che influisce sul suo benessere e sullo stato di salute generale”.

Per il futuro, nelle intenzioni dei promotori e in particolare della capofila del progetto Fondazione Amplifon, Eccomi! è un progetto che si potrebbe estendere anche ad altre città italiane. Le RSA attualmente coinvolte dal progetto sono le strutture Gerosa Brichetto, Famagosta, Pindaro, Ferrari, Casa dei Coniugi, Fondazione Biffi, Piccola Casa del Rifugio, Istituto Sacra Famiglia, Istituto don Gnocchi, Casa Verdi.

Il nostro Canale Salute QUI