L’abitare ai tempi dei Covid19, il sondaggio

L’abitare ai tempi dei Covid19 è il questionario sull’esperienza abitativa durante il periodo di , per fornire spunti per lo sviluppo di programmi e politiche future. Dati raccolti in forma anonima

L’indagine L’abitare ai tempi dei Covid19 è promossa dal Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università degli Studi Milano Bicocca e dalla rete Milano 2035. Da tempo collabora con il Comune riguardo alle politiche dell’abitare giovanile. Intende studiare l’esperienza abitativa durante il periodo di quarantena nella città metropolitana di Milano. Lo fa attraverso un questionario che raccoglie informazioni sulle caratteristiche delle famiglie e degli alloggi e sui servizi presenti nei quartieri. Ancora, sulle attività quotidiane e sulle relazioni di vicinato.

L’abitare ai tempi dei Covid19 è un questionario della durata di circa 10 minuti ed è disponibile a questo link. Vengono richieste una serie di generalità circa la propria persona e le condizioni di vita in lockdown: con chi si passa la quarantena, in quale abitazione, se con animali domestici. I dispositivi elettronici, internet, quali servizi sono facilmente raggiungibili a piedi dalla propria abitazione. Da quanto tempo si vive nel quartiere, se si svolge attività fisica, com’è cambiata la vita prima del dovuto all’emergenza sanitaria in corso. E così via.


I dati saranno raccolti de L’abitare ai tempi dei Covid19 sono totalmente in forma anonima e inviati per i soli fini di ricerca sociale. L’indagine consentirà di approfondire il ruolo della casa nella società post-, fornendo spunti per lo sviluppo di programmi e politiche future per la nostra città e per la nostra società.

Leggi anche:

Bonus bicicletta fino a 500 euro: come funziona e a chi si rivolge
Drive In per andare al cinema post Coronavirus
Coronavirus: la crisi del settore musicale e il progetto di ripartenza
Milano 2020, la strategia per la ripartenza
Disinfettanti e detergenti, quali usare e come
Raccolta rifiuti domestici in emergenza sanitaria: le regole