Basilea: nella capitale svizzera dell’arte

Facile da raggiungere da Milano in treno, approfittando delle tariffe vantaggiose di Eurocity, Basilea è la meta ideale per gli amanti della cultura, dell’arte, del design. Vanta infatti la più alta concentrazione di musei del paese elvetico. Ma offre anche passeggiate rilassanti lungo il Reno

Basilea è la città d’arte per eccellenza della Svizzera. Tanto che si potrebbe definire una New York elvetica, per l’offerta culturale e l’alta concentrazione di eventi di richiamo internazionale, musei e gallerie. Ma con il vantaggio di essere una città più a dimensione d’uomo. E facilmente raggiungibile dall’Italia. Anche in treno, grazie ai nuovi collegamenti internazionali e i comodi treni Eurocity che arrivano direttamente in centro. Da prendere al volo, anche per il vantaggio economico: le tariffe Mini e Smart permettono di viaggiare da Milano a Basilea a partire da 39 euro (tariffa Mini). È dunque una destinazione perfetta da scegliere, anche per un weekend.

A Basilea l’arte è di casa tutto l’anno

Per gli amanti della cultura, dell’arte, dell’architettura Basilea è un autentico paradiso. Vanta infatti la più alta densità di musei del paese elvetico, ben quaranta sedi espositive. E tutte di richiamo internazionale. Come il Kunstmuseum Basel, dedicato all’arte antica e moderna. Fino al 15 settembre ospita la mostra dedicata ai dipinti di grande formato dell’astrattista Helmut Federle (1944, Solothurn, vive a Vienna e Camaiore). E fino al 28 settembre l’esposizione Una poesia che non è nostra, con i lavori dell’artista visivo e regista William Kentridge.

Il Museo Tinguely è da visitare anche solo per l’edificio che lo ospita, realizzato da Mario Botta. Raccoglie la più vasta collezione al mondo di Jean Tinguely (1925-1991), tra i più innovativi artisti svizzeri del XX secolo. Di grande richiamo internazionale, poi, la Fondazione Beyeler, con l’edificio progettato da Renzo Piano, è il museo svizzero d’arte moderna e contemporanea più visitato. In collezione, oltre 300 opere del post impressionismo, classici della modernità e contemporanei. Tra le mostre in programma, fino al 6 ottobre presenta la monografica dedicata a Rudolf Stingel (Merano, 1956).

Ma a Basilea l’arte è letteralmente dietro ad ogni angolo di strada, vivacizza e decora piazze, vie, edifici. La scena street art è infatti molto attiva, con opere realizzate da artisti internazionali come Invader, The London Police, Tika. Si possono scoprire con tour organizzati su misura.

Le architetture avveniristiche

Basilea sorprende anche per il suo centro storico Spalenberg, la città vecchia, dove perdersi tra vicoli medievali, botteghe, café, e gli antichi edifici decorati che ne testimoniano la lunga storia. L’anima moderna della città è invece ben rappresentata dalle architetture avveniristiche firmate dai più importanti designer del mondo: da Herzog & de Meuron per la struttura fieristica a Mario Botta per la Banca dei regolamenti internazionali. E poi ancora, l’imponente Vitra Design Museum è stato progettato fra gli altri da Frank Gehry e Tadao Ando.

Scopri anche:
Treni per la Svizzera: comodi, veloci, convenienti
Le città svizzere, destinazioni ideali
Nelle città museo della Svizzera l’arte è di casa