Le vigne di Penedes, regione vinicola non lontano da Barcellona

Barcellona, oltre la città

Oltre i confini della capitale catalana si aprono scenari e paesaggi colmi di storia, arte e cultura, tutti da scoprire 

Arte, cultura, ottimo cibo, mare. Barcellona è molto di più. Va scoperta oltre i confini metropolitani, perché punto di partenza ideale per avventurarsi nei dintorni, tra regioni vinicole, borghi, cultura, luoghi d’interesse dislocati a breve distanza.

A partire dai 100 chilometri di litorale da cui spicca lo skyline cittadino, monumento alla contemporaneità con edifici come la Torre Agbar di Jean Nouvel, un grattacielo in acciaio e cristallo alto 144 m, concepito dall’architetto francese come una grande massa fluida.

Oltre alle importanti opere in città, inoltre, anche uscendo da Barcellona il Modernismo regala sensazioni uniche per esempio nella Colònia Güell a Santa Coloma de Cervelló. A circa trenta minuti dalla città, è tra le opere meno conosciute di Gaudí, ma grande espressione dell’immaginazione dell’architetto, che vi sperimentò nuove tecniche che avrebbe poi applicato alla Sagrada Família, il suo capolavoro.

E se in città si trovano musei di grande importanza come la Fondazione Mirò, Patrimonio Culturale universale, anche fuori ce ne sono che meritano una visita, come il Museo della Scienza e della Tecnica della Catalogna, a Terrassa. Barcellona e i suoi dintorni sono anche una destinazione enoturistica, con l’ampia area che vanta grandi produttori di cava. Pregevoli etichette da abbinare alla semplice e saporita comida locale, che in città diventa espressione di 35 ristoranti stellati Michelin.

Gli ingredienti migliori? Si acquistano a la Boqueria, il mercato che vende prodotti a km zero espressione della ricchezza gastronomica locale. Non va poi dimenticato che Barcellona è una destinazione sostenibile, certificata Biosphere, un’associazione sostenuta dall’UNESCO che premia l’impegno nel rispetto dell’ambiente. Per gli amanti della natura, fuori città sono 10 i parchi naturalistici che si raggiungono in breve tempo.

E poi ci sono le tradizioni popolari, riconosciute come Patrimonio Immateriali dell’Umanità e i Festival internazionali musicali sono di prim’ordine, basti pensare al Primavera Sound Festival, il secondo più importante d’Europa. Tante le esperienze premium che i to studiano su misura, oltre ai dieci campi da golf a disposizione. Ben collegata con il resto d’Europa e il mondo (voli per 171 città europee e 31 destinazioni internazionali), la città è infine anche una rinomata destinazione congressuale, tra le prime al mondo, sede d’importanti manifestazioni come il Mobile World Congress.
Per informazioni: visitbarcelona.com