Savona

Vacanze estate 2020 in Italia: i nostri consigli

C’è chi si è visto saltare un viaggio all’estero tanto sognato e chi ancora non ha pensato a niente. Una cosa è certa: le vacanze dell’estate 2020 saranno in Italia. Per chi vuole partire ma non sa proprio dove andare, ecco alcuni nostri consigli: alla scoperta dei luoghi più affascinanti, rilassanti e per tutta la famiglia della nostra Penisola

Fuggire, sì, ma dove? Zan zan, ecco una serie di soluzioni last minute, per una settimana o per un weekend, per chi vuole scappare qualche giorno da Milano ma non sa bene ancora dove andare. Una cosa è certa: le vacanze dell’estate 2020 sono in Italia, logicamente. Alcuni nostri consigli.

Fenomeno glamping

Dal Lago di Garda alla Puglia, in Veneto, in Toscana, in campeggio, sì, ma in quel campeggio che offre la possibilità di aggiungere un tocco glam alla vacanza nella natura. Il glamping è un fenomeno sempre più in crescita anche qui da noi in Italia: una valida alternativa all’hotel tradizionale ma con il plus della vita all’aria aperta. E con tutti i comfort di un hotel a tantissime stelle, tutte quelle che, in campeggio, si possono vedere a occhio nudo e quasi toccare. Il nostro approfondimento e i nostri consigli su dove provare il campeggio glam e “di lusso” qui.


Liguria (se si riesce ad arrivare), non solo per le spiagge

Affrontiamo subito la questione dell’estate: le autostrade che da Milano alla aprono tutti i telegiornali di questo periodo, un cantiere dopo l’altro, un disagio continuo, qualcosa come quattro o cinque ore di macchina per fare da Milano al savonese. Problemi che, però, stando a quanto si sente in giro, dovrebbero cessare entro i primi dieci giorni di luglio. Stabilito questo, e forse dopo aver acceso un cero alla Madonna per la grazie ricevuta (provate a fare il tragitto in questione ogni weekend in questo periodo, poi mi saprete dire), la Liguria è sempre una piacevole scoperta. Non solo per le spiagge e per i suoi paesaggi sulla costa, dove molti hanno la loro seconda casa.

Le vacanze dell’estate 2020 in Italia potrebbero essere, anche, all’insegna del buon cibo e camminando tra i caruggi, i famosi vicoli, dell’entroterra ligure, in quanto a cibo, è una scoperta continua. Pesce appena pescato, farinata di ceci, panissa, rostelle e un buon bicchiere di Vermentino. Immersi nei borghi pieni di storia. Qui vi portiamo, per esempio, alla scoperta di Savona.

Vacanze estate 2020 in Italia: Friuli Venezia Giulia

Montagne perfette conservate e circondate da una natura a dir poco lussureggiante. Borghi autentici d’Italia. Città d’arte e produzioni artigianali ricche di fascino. Birra, formaggi, erbe officinali. Il è una vera scoperta, una destinazione per tutta la famiglia dove passare un po’ di meritato riposo tra buon cibo, storia e natura. Tra Pesariis e Sauris, immersi nella vera anima di questa regione, senza dimenticare le splendide Udine e Trieste, città eleganti e dalla bellezza disarmante. Il nostro itinerario qui.

Lignano Sabbiadoro, una meta tutta green con chilometri di piste ciclabili

E poi ancora gite in barca, camminate nella natura, sport sull’acqua per chi non vuole smettere di restare in forma anche in vacanza. Ernest Hemingway la chiamava la Florida d’Europa, oggi, Lignano Sabbiadoro, è la meta ideale e super green per il divertimento, lo sport, la natura e l’ottima cucina. Qui il racconto del nostro viaggio.

Le vacanze dell’estate 2020 in Italia sono di città in città

Prendere una macchina, con gli amici, con la dolce metà, perché no, anche da soli, e andare alla scoperta delle più belle città d’Italia. Un road trippin’ tutto Made in Italy, anche improvvisato, una notte qui, una notte da un’altra parte e così via. Dove? Non può mancare Venezia, in questo periodo ancora più Serenissima, si lascia scoprire e nel frattempo non può non ammaliare con la sua bellezza. Non solo canali, calle e San Marco: c’è una insolita e segreta che non tutti conoscono, fatta di terrazze, di giardini e di mille altre sorprese ancora. Ve la raccontiamo qui.

Un altro consiglio è Bologna, la rossa. Patria del buon cibo – non a caso è detta anche la grassa: Tortellini, lasagne al ragù o di verdure, strozzapreti, pasta all’uovo con ripieno di carne di suino, grana e mortadella e così via. È “la rossa” per il colore dei tetti ma rossa è anche la sua bellezza che, nel Medioevo, custodiva un centinaio di torri. Tra quelle rimaste, due ne sono diventate il simbolo: la Torre degli Asinelli (quasi 500 scalini da salire, ma ne vale la pena) e Torre Garisenda. È anche “la dotta“: è qui che nasce l’università più antica del mondo occidentale.

Là sui monti con Annette

Cartoni animati a parte, le in Italia sono la scelta preferita da molti che fuggono dalla città. Che ne dite di Breuil-Cervinia, in Valle d’Aosta, in cima alla valle di Valtournenche? Il Cervino è uno spettacolo della natura, di quelli che non si dimenticano, anche in estate. Chi non si accontenta, può optare per un soggiorno in rifugio. Finalmente riaperti, sono soggetti a un Piano alpino sicuro da rispettare post emergenza sanitaria. Oppure, ancora, la Valle di Cogne, nel cuore del Parco Nazionale del Gran Paradiso. Non resta che partire.