Basel, Rhein

Un’estate al verde, ma in città

La Svizzera è davvero un Paese dai mille volti

Non ultimo quello della natura, bella e selvaggia. Tutti i cantoni della Svizzera, infatti, sono custodi di perle nascoste e preziose, paesaggi suggestivi e un lato green tutto da scoprire.

Le città svizzere

Ma soprattutto sono le città ad avere un’anima verde che forse non ci si aspetta. In particolare, i grandi centri, cosmopoliti e avveniristici, nonché poli d’arte e della movida europea, sono spesso incastonati in paesaggi naturali mozzafiato. Ma non solo: ognuna di essi, inoltre, vanta una grande attenzione all’ambiente e sono legati alla cultura della sostenibilità.

Spesso favorite dalla presenza di corsi d’acqua e dalla vicinanza delle montagne, queste città offrono ai cittadini e ai turisti molte attività green, dai mezzi di trasporto agli sport outdoor, anche piuttosto insolite. 

Ginevra, il lago Lemano. Svizzera
Ginevra, il lago Lemano. Svizzera

Surfando a Berna sul fiume di Einstein

La città di Berna, nell’omonimo cantone, è attraversata dal fiume Aare, lungo il cui corso nella bella stagione si nuota, si rema, si fa stand up paddling. E ora si surfa pure. Da marzo a novembre, infatti, queste acque dolci si popolano di nuotatori e ora anche di surfisti professionisti. Ma il fiume è accessibile a tutti e per chi è alle prime armi e vuole avvicinarsi a questo sport può frequentare un corso di bungee-surf. Si tratta, ovviamente, di un surf particolare, ovvero la tavola è la classica, ma ad essa è attaccata una corda elastica fissata a un albero o a un ponte. In questo modo l’acqua sotto la tavola scorre veloce e rimanendo in equilibrio si ha la sensazione di surfare.

La natura in Svizzera

L’Aare è il fiume più lungo della Svizzera e nasce dal ghiacciaio dell’Oberaar, nelle Alpi Bernesi orientali, attraversa due laghi, Brienz e Thun, passa da Berna, la Capitale, e confluisce nel lago di Biel per poi gettarsi nel Reno all’altezza di Coblenza. La natura intorno a questo corso è rimasta particolarmente selvaggia nonostante sia una zona densamente popolata. Insomma, possiamo dire che a Berna vige l’Urban Swimming, ovvero non c’è bernese che d’estate non vada al lavoro portandosi dietro la sacca da nuoto e in pausa pranzo, o verso sera, ne approfittano tutti per farsi una bella nuotata nell’Aare.

Berna, città piena di fiabeschi giardini. Svizzera
Berna, città piena di fiabeschi giardini. Svizzera

Gli appassionati, tra cui il sindaco della città, Alec von Graffenried, hanno i loro punti d’accesso preferiti per concedersi un po’ di relax, come la spiaggia di ghiaia nel campeggio di Eicholz, ma ci sono luoghi ancora da scoprire. Un punto di accesso insolito, ma davvero suggestivo, è il giardino zoologico Dählhölzli, oppure il Giardino delle Rose, la mecca per gli amanti dei fiori, che si affaccia sulla città e sovrasta il fiume da una collina. Con oltre duecento varietà di rose e altrettante di giaggioli e di rododendri, questo è uno dei giardini più belli di Berna. Al suo interno, oltre a un fiabesco stagno di ninfee, c’è anche un ottimo ristorante.

Berna

Berna, inoltre, è una città che nei mesi più caldi si anima di tanti eventi culturali prestigiosi ma anche sportivi, come per esempio il Gran Prix di Berna che si terrà il 19 maggio prossimo. Una vera e propria festa dello sport: una corsa, la più importante della Svizzera, a cui partecipano ogni anno oltre 33mila corridori per percorrere 10 miglia.

Berna, l'urban swimming è una delle attività più amate da cittadini e turisti. Svizzera
Berna, l’urban swimming è una delle attività più amate da cittadini e turisti. Svizzera

Basilea, la regina dell’acqua

Un’altra città della Svizzera dove si sposano perfettamente la vita cosmopolita con il relax all’aperto è Basilea. Al confine tra Francia e Germania questo centro urbano è uno dei più importanti della confederazione Elvetica, da tanti punti di vista, quello culturale e artistico e anche quello economico, essendo ancora oggi l’ultimo porto fluviale per le navi provenienti dal Mare del Nord. Oltre a questo, Basilea è una città di fiume a tutti gli effetti, e il suo, il Reno, è indubbiamente protagonista della vita di tutti i giorni. Basilea è una città estremamente vivace e d’estate offre un’atmosfera quasi mediterranea. Le rive soleggiate del Reno sono, infatti, il principale polo attrattivo per abitanti e turisti.

Sul Reno tra nuotate e buvette

Nuotare nel fiume per gli abitanti di Basilea è un must. Ma anche per i viaggiatori di passaggio, un bagno nelle acque del Reno, una sosta al sole sorseggiando una birra sono esperienze imperdibili. È talmente considerata una tradizione il bagno a fine giornata, che sono proprio gli abitanti di questa città ad aver inventato la Wickelfisch, ovvero la sacca colorata a forma di pesce, dove mettere il necessario per una nuotata. Tutti a Basilea ne hanno una! Il suo utilizzo fondamentale? Tenere asciutti i vestiti mentre vi state godendo una bella nuotata!

Le rive del Reno sono attrezzate per i bagnanti quasi come se fossero vere e proprie spiagge. Per chi desidera fare un bagno ci sono due piccoli stabilimenti balneari, chiamati affettuosamente Badhysli, entrambi con dei pontili dove potersi rilassare da soli o in compagnia. E dopo lo sport, il consiglio è ritemprarsi con un drink e uno snack in una delle tante tipiche buvettes. Basilea ne è piena e anche sul fiume se ne trovano. Per citarne qualcuna, la Dreirosen è molto amata dagli “acquatici”, oppure il Marina o, ancora, il Saint Louis, famoso per l’ottimo aperitivo a base di pesce. E dopo l’happy hour? Fate una passeggiata per la città alla ricerca di tesori urbani, opere d’arte a cielo aperto, graffiti e pezzi unici di street art.

Basilea, taxi sul Reno. Svizzera
Basilea, taxi sul Reno. Svizzera

Il cuore verde di Ginevra

Lasciatevi sorprendere da una città nota nell’immaginario comune per essere centro nevralgico di affari ed economia, Ginevra è molto di più. Come tante città della Svizzera ha un lato che pochi conoscono, ma che quando la si visita per la prima volta balza agli occhi. È una città incastonata in un paesaggio naturale di rara bellezza, tra le Alpi Vodesi e il Lago Lemano, e accogliente con i suoi mille colori e sapori tradizionali. Altro protagonista naturale di Ginevra è il fiume Rodano, molto amato dai ginevrini.

Il cuore verde di Ginevra. Svizzera
Il cuore verde di Ginevra. Svizzera

Parchi e oasi metropolitane tra running e meditazione

In questa città ci sono parchi che si estendono per oltre novanta ettari, come il Parc des Eaux-Vives. Questa distesa di verde, nel cuore di Ginevra, sorge direttamente sull’acqua e offre una visuale del lago da mozzare il fiato. Tra i più antichi del Paese, questo parco ha un’impressionante riserva di rododendri donati dai Paesi Bassi in segno di ringraziamento per l’impegno umanitario. All’interno del parco c’è anche un ristorante gourmet da non perdere. Un altro elemento naturale che fa parte di Ginevra è il Mont Salève che sovrasta la città e su cui è possibile salire fino ai 1.110 metri di altezza in soli cinque minuti grazie a una funivia altamente tecnologica.

Ginevra, Bains des Pâquis. Svizzera
Ginevra, Bains des Pâquis. Svizzera

Per gli amanti del nuoto e del relax al sole, un luogo perfetto sono i Bains des Pâquis, frequentato dai ginevrini dal 1872. È un’oasi di pura pace nel cuore della città e affacciata sul Rodano dove potersi rilassare, nuotare, fare una passeggiata e fare un aperitivo. Inoltre, tutta la città è pensata per gli amanti della corsa: percorsi nel verde e lungo il fiume sono perfetti per allenarsi. E infine, c’è anche un luogo speciale, la Jonction, ovvero dove il Rodano e l’Arve si uniscono e secondo un personaggio come l’ultramaratoneta Dawa Sherpa, è una vera e propria oasi di pace che invita alla meditazione.

Per maggiori informazioni: Svizzera.it