viaggiare sicuri

Voli cancellati e spostamenti rimandati almeno per ora

Sono giorni difficili questi che stiamo vivendo per l’economia e per il turismo. A causa del Coronavirus sono molti i voli cancellati e i viaggi rimandati. Paura, prevenzione, disinformazione, quali sono i motivi che spingono a stare casa e a rinunciare alla mobilità?

Voli cancellati, treni semivuoti, tutto rallenta. Sono circa 50mila i viaggiatori che hanno deciso di annullare i loro viaggi, e non solo verso la Cina, in questo difficile periodo storico che stiamo vivendo a causa dell’emergenza sanitaria.

Sono dati che fanno emergere la difficoltà di un settore in crisi per la paura. Si allarga anche la mappa dei Paesi che prevedono controlli severi, o impediscono addirittura l’ingresso, per i passeggeri italiani. Israele, Capo Verde, Giamaica, Giordania, Arabia Saudita, Madagascar, Mauritius, Seychelles sono solo alcuni dei Paesi il cui accesso non è consentito, almeno per il momento, a coloro che vengono dall’Italia. In Francia e in Germania è consigliato a coloro che arrivano da Lombardia e Veneto l’isolamento volontario mentre in Inghilterra sembrerebbe obbligatorio. Nessuna prescrizione particolare, o imposizione di isolamento, invece, in Spagna e Portogallo.


Fermarsi per poi ripartire: molto più di una speranza

Difficile relazionarsi con questa incertezza, non sapere cosa fare, se partire, non partire, se è concesso oppure no. Chiamare per sapere se i voli sono cancellati, se i treni sono in transito per lo stato di emergenza, che confusione.

L’allarme Coronavirus potrebbe essere, però, l’occasione per vivere a pieno le cose che ci piacciono di più, una volta che tutto questo sarà finito. Viaggiare, la libertà di cambiare, di scoprire qualcosa di nuovo, di spostarsi. Il viaggio che ci dona quel necessario di libertà, restituisce vitalità. Alla fine lo apprezzeremo di più, saremo più affamati di novità, con più energie per scoprire, girare e trovare. Saremo entusiasti di fronte alla possibilità di essere, di conoscere di nuovo e di programmare. Nessuno si fermi. Ci rimetteremo presto in moto e sarà fantastico, più di prima.