Il protocollo d’intesa Milano, Genova e Torino

post Coronavirus: al via un protocollo d’intesa tra Milano, e per la promozione dei rispettivi territori

Un protocollo d’intesa tra Milano, Genova e Torino per intensificare i rapporti istituzionali. Il tutto attraverso la partecipazione comune a progetti legati quindi allo sviluppo economico e turistico, alle attività culturali e alla promozione turistica. Con un riferimento ai temi della cultura, dei grandi eventi, delle manifestazioni sportive. E poi ancora del design, della moda. Dell’enogastronomia, dell’artigianato e quindi anche del marketing territoriale. Una promozione pensata così sia sul territorio nazionale sia su importanti mercati internazionali di reciproco interesse.

L’obiettivo delle tre città? Promuovere a livello nazionale e internazionale le rispettive destinazioni turistiche. Pianificare quindi tutta una serie di iniziative di sviluppo e dunque di promozione dell’offerta turistica. Incrementare, ancora, i flussi turistici nazionali e internazionali.


Le dichiarazioni e le iniziative del protocollo d’intesa

Gli assessori al Turismo dei tre comuni, Guaineri (Milano), Gaggero (Genova) e Sacco (Torino). “Questo accordo di collaborazione è un passo importante per affrontare la grave crisi in cui versa tutto il comparto turistico. Agiremo insieme per promuovere un turismo di prossimità. Valorizzando il lavoro, la professionalità e le competenze di tutti i soggetti della filiera. A partire da guide e accompagnatori turistici”.

Le azioni delle tre città

In base a questo accordo le tre città avvieranno azioni sinergiche mirate a una serie di scopi precisi. Consolidare la conoscenza e l’integrazione fra i tre territori, geograficamente vicini. Tutelare, valorizzare e promuovere reciprocamente il patrimonio in ogni suo aspetto. Favorire così lo sviluppo di un’offerta turistica integrata e dunque anche complementare.

Proporre a livello nazionale e internazionale un’offerta turistica complementare e integrata. Generare contaminazioni virtuose e condivisione quindi di buone pratiche in una prospettiva di sviluppo socio-economico e turistico.

Leggi anche:

Coronavirus, cronache dall’estero
Lettera dal Messico alla redazione
Viaggiare ai tempi del Coronavirus