La strada che taglia la Minnewaska State Park Preserve in Catskills

Best in Travel 2019, la Top Ten Regioni

Non solo città e Paesi. Sono state selezionate dagli esperti di viaggio Lonely Planet anche le migliori regioni da visitare nel 2019. Sotto le luci della ribalda per tanti motivi. Ecco quali.

1. Piemonte, Italia

Il Piemonte potrebbe non restare ancora a lungo un segreto noto solo ai viaggiatori più informati amanti dell’arte e della buona tavola. In primis, per la vivace scena delle arti contemporanee e della musica elettronica a Torino, ma anche per i remoti sentieri alpini. Ma anche per i magnifici villaggi, le valli bucoliche che offrono alcuni tra i migliori vini rossi e tartufi bianchi d’Italia.

L’elegante centro di Torino, cuore urbano del Piemonte

2. Catskills, Stati Uniti

Negli ultimi anni i Catskills hanno assistito a un fiorire di ristoranti creativi e a chilometro zero, a birrifici e distillerie artigianali, a un numero crescente di collettivi artistici e sedi per concerti di alto profilo. A proposito di concerti, agosto 2019 è il momento giusto per visitare i Catskills per assistere a un evento storico: il 50° anniversario di Woodstock.

La strada che taglia la Minnewaska State Park Preserve in Catskills
La strada che taglia la Minnewaska State Park Preserve in Catskills 

3. Nord del Perú

Il nord del Perú è un territorio superlativo con alcune delle culture più antiche del continente e scenari tra i più selvaggi al mondo. Rappresenta uno spettacolare distillato di ciò che rende indimenticabile un viaggio in Sud America. Nella regione settentrionale, ora la fortezza di Kuélap è più accessibile grazie a una nuova funivia e le città del nord sono servite da un maggior numero di voli da Lima. Il 2019 è il momento perfetto per visitare questa regione ingiustamente sottovalutata.

I laghi cristallini della Valle di Llanganuco, nel Nord del Perù, sono incastonati fra le Ande
I laghi cristallini della Valle di Llanganuco, nel Nord del Perù, sono incastonati fra le Ande

4. Red Centre, Australia

Nel cuore spirituale del Red Centre australiano si staglia imponente Uluru. Nel 2019, dopo quasi 150 anni, questo sito sacro Patrimonio dell’Umanità sarà finalmente chiuso agli scalatori. Si potrà conoscere la visione del mondo dei tradizionali custodi di questo luogo e vedere le stelle e il deserto con occhi nuovi. Nei dintorni da vedere anche Uluru-Kata Tjuta (Ayers Rock e gli Olgas), il Watarrka National Park (Kings Canyon) e Alice Springs.

Un’icona australiana, l' Uluru all’alba, nel Red Centre
Un’icona australiana, l’ Uluru all’alba, nel Red Centre 

5. Highlands e isole della Scozia

Il whisky è l’essenza delle Highlands e delle isole scozzesi, oggi in pieno boom. Negli ultimi due anni in Scozia sono state aperte più di 20 nuove distillerie e almeno altre 20 apriranno entro il 2020. La visita alle distillerie è l’ideale per raggiungere le zone più selvagge, meno abitate e più spettacolari d’Europa. 

I faraglioni di Mangersta punteggiano la costa di Lewis, negli Highlands e isole della Scozia
I faraglioni di Mangersta punteggiano la costa di Lewis, negli Highlands e isole della Scozia

6. Estremo Oriente russo

L’angolo più remoto della Russia negli ultimi anni si è trasformata da area depressa a cardine della regione. Questo nuovo dinamismo è evidente nella città più grande, Vladivostok, elevata da capoluogo regionale a baluardo culturale e culinario. L’Ermitage e il Teatro Mariinsky vi hanno inaugurato di recente nuovi spazi prestigiosi, che si sono affiancati a progetti locali di grande successo come il complesso artistico Fabrika Zarya. Nel resto della regione, la natura incontaminata e gli spettacolari vulcani sono più accessibili che mai.

Nell'estremo oriente russo, il ponte strallato di Zolotoy, a Vladivostok, è stato aperto al traffico nel 2012
Nell’estremo oriente russo, il ponte strallato di Zolotoy, a Vladivostok, è stato aperto al traffico nel 2012

7. Gujarat, India

Mercoledì 2 ottobre 2019 sarà un gran giorno nel Gujarat. Narendra Modi, primo ministro indiano, ha stanziato 23 milioni di dollari per festeggiare il 150° anniversario della nascita del Mahatma Gandhi, la figura più amata della regione. Un’occasione per visitare località remote con cieli pieni di aquiloni, pacifiche riserve naturali popolate da leoni e asini selvatici e comunità tribali del distretto del Kachchh.

Le elaborate sculture del Rani-Ki-Vav, il pozzo a gradini di Patan, a Gujarat
Le elaborate sculture del Rani-Ki-Vav, il pozzo a gradini di Patan, a Gujarat 

8. Manitoba, Canada

Il Manitoba si trova, letteralmente, al centro di tutto. È il centro geografico del Canada e un importante punto di scambio commerciale. Il capoluogo ha conservato la sua atmosfera multiculturale, con una popolazione di immigrati giunti da Filippine, Nigeria e India. Più a nord, vicino alla cittadina di Churchill, si possono avvistare orsi polari e balene. 

Un orso polare tra i ghiacci sulla costa della Hudson Bay, nel Manitoba
Un orso polare tra i ghiacci sulla costa della Hudson Bay, nel Manitoba 

9. Normandia, Francia

Costellato di splendide spiagge, il paesaggio costiero selvaggio ma romantico della Normandia si accompagna a saporiti piatti di pesce, formaggi cremosi e delizioso sidro. Gli appassionati di storia avranno l’imbarazzo della scelta in questa regione dal ricco passato. Il 2019, anno in cui ricorre il 75° anniversario del D-Day, è il momento giusto per visitare 
la Normandia, che ospiterà molti eventi commemorativi e festeggiamenti. Inoltre, la città di Rouen si sta preparando per il 30° anniversario dell’Armada de Rouen, un evento che si svolge ogni quattro/sei anni e richiama milioni di spettatori, con navi in arrivo da tutto il mondo per risalire la Senna.

In Normandia, l’isolotto di Mont Saint Michel con la sua abbazia
In Normandia, l’isolotto di Mont Saint Michel con la sua abbazia 

10. Valle del Elqui, Cile

Vicino all’estremità meridionale del vasto Deserto di Atacama, i fiumi scendono dalle montagne tra pendii ricoperti di vigneti, vette cesellate e tranquilli villaggi. Siamo nella Valle del Elqui, una delle regioni più affascinanti nel nord del Cile. Ora sono sempre più numerosi gli astroturisti che visitano la valle per ammirarne i cieli limpidi, in particolare nel 2019, quando la regione sarà interessata da un’eclissi totale di sole.

Il sorgere del sole sulla Valle del Elqui dall’osservatorio Las Campanas
Il sorgere del sole sulla Valle del Elqui dall’osservatorio Las Campanas

Per informazioni: Lonely Planet Italia

Scopri anche:
Best in travel, la Top Ten delle Città
Best in Travel, la Top Ten dei Paesi
Best in Travel, la Top 10 Best in value