Kathmandu, capitale del Nepal

Best in Travel 2019, la Top Ten delle Città

Le dieci città da visitare nel 2019, i must-to-see scelti dagli esperti di viaggio Lonely Planet

Il meglio del meglio. Ovvero, le destinazioni imperdibili nel 2019, scelti dagli esperti di viaggio della prestigiosa guida turistica. Divise in Top Città, Top Paesi, Top Regioni e Best Value, ecco allora una carrellata dei luoghi da non perdere nell’anno che verrà. Cominciamo dalle città.

Copenaghen, la capitale trendy della Danimarca

1. Sul podio sale Copenaghen, la capitale trendy della Danimarca. I motivi? Il Noma conquista i gourmet con una sede rinnovata, l’agricoltura urbana e gli innovativi menu. La fiorente scena cittadina dello street food trionfa a Refshaleøen, dove un ex cantiere navale è stato riconvertito in un mercato alimentare e artigianale, il Reffen. Il parco dei divertimenti Tivoli offre una nuova stagione in febbraio. Mentre l’impianto waste-to-energy Amager Bakke stupisce con la sua pista da sci sul tetto e i sentieri di trekking. Il Dansk Arkitektur Center si è trasferito nel centro culturale BLOX progettato da Ellen van Loon. Il completamento della linea della metropolitana Cityringen, previsto per la metà del 2019, infine, renderà più facili gli spostamenti in città. 

Copenaghen, la città imperdibile nel 2019 per Lonely Planet
Copenaghen, la città imperdibile nel 2019 per Lonely Planet

Shēnzhèn, la città più innovativa della Cina

2. Secondo posto per Shēnzhèn, la città più innovativa della Cina – Shēnzhèn, la Silicon Valley cinese. Situata poco più a nord del confine tra Hong Kong e la Cina continentale, la città richiama frotte di creativi grazie ai nuovi centri del design e dell’innovazione tecnologica.  Shēnzhèn oggi vanta un’interessante scena di musica indie, caffè trendy, birrifici artigianali e un quartiere delle arti ricavato da vecchi magazzini. Negli ultimi tre anni sono stati inaugurati la Design Society (in collaborazione con il Victoria and Albert Museum di Londra), il Museum of Contemporary Art & Planning Exhibition (MOCAPE) e il centro culturale OCT Loft.

Shenzhen, la città più innovativa della Cina
Shenzhen, la città più innovativa della Cina

Novi Sad, seconda città della Serbia

3. Al terzo posto si piazza Novi Sad, seconda città della Serbia: ospita il fantastico festival EXIT, la cui ventesima edizione coinciderà con il ruolo di Capitale europea della gioventù nel 2019. In questa rinascita spiccano il restauro della Città Bassa nella Cittadella di Petrovaradin e la trasformazione della fatiscente Chinatown in un quartiere di cultura alternativa. Energico e creativo, il nuovo Gradić Fest sta dando nuovo impulso a Petrovaradin con la musica, il cinema, il teatro e l’arte. Intanto Novi Sad si prepara a indossare un’altra corona, quella di Capitale Europea della Cultura nel 2021.

Novi sad, elegante città serba
Novi sad, elegante città serba

Miami, la città Magica

4. Quarta classificata Miami, negli States, rinomata per le magnifiche spiagge e la vivace vita notturna. Negli ultimi anni la Città Magica si è trasformata anche in un centro fiorente delle arti, una destinazione per gourmet e un polo di innovazione del design urbano. Downtown Miami vanta un museo delle scienze da 305 milioni di dollari. Il Design District invece è diventato un’attrattiva culturale grazie a nuovi impattanti edifici come il Museum Garage e l’Institute of Contemporary Art, installazioni di arte pubblica.

Miami, vivace e modaiola città della Florida
Miami, vivace e modaiola città della Florida

Kathmandu, rinata a nuova vita

5. Al quinto posto troviamo Kathmandu, in Nepal, una città a pezzi e in lutto all’indomani del terremoto del 2015; oggi invece, è protagonista di ricostruzione e rinnovamento. I siti storici stanno tornando all’antico splendore e le misure prese per ridurre i famigerati traffico, smog e rumore hanno reso Kathmandu una città più vivibile rispetto agli ultimi decenni. Il suggestivo dedalo di vicoli della città vecchia può contare addirittura su un’affidabile fornitura di corrente elettrica e su una rete wi-fi.

Kathmandu, capitale del Nepal
Kathmandu, capitale del Nepal

Città del Messico, capitale mondiale del design

6. Città del Messico. La capitale del Messico è la testimonianza di secoli di movimenti artistici e sperimentazioni architettoniche. Si passa infatti dagli edifici preispanici dei mexica alle cattedrali coloniali e alle costruzioni moderne come il Museo Soumaya. Per questa ragione, Ciudad de México è stata dichiarata Capitale Mondiale del Design nel 2018, sesta città al mondo e prima delle Americhe a detenere questo titolo. Il ceto creativo che si va affermando accoglie gli influssi di tradizioni secolari, a dimostrazione del fatto che il design è un efficace strumento di sviluppo economico, sociale e culturale.

Città del Messico, capitale messicana
Città del Messico, capitale messicana

Dakar, tra le più dinamiche d’Africa

7. Dakar, Senegal, è una delle città più dinamiche dell’Africa, offre un connubio inebriante di spiagge, mercati e vivaci locali notturni. Ora è un nuovo polo per i viaggiatori nell’Africa occidentale, grazie al nuovissimo aeroporto internazionale, un progetto da 600 milioni di dollari costruito in oltre dieci anni.

Dakar, una delle città più dinamiche dell’Africa
Dakar, una delle città più dinamiche dell’Africa

Seattle, progressista ed energica

8. Seattle, Stati Uniti. Brillante, progressista e carica di energia creativa, Seattle è quasi sempre sotto i riflettori del mondo. Al momento è Amazon a fare notizia. L’azienda di commercio online più grande del mondo ha trasformato radicalmente un’ampia fetta del Denny Triangle, creando un distretto degli affari gremito di lucenti grattacieli. Nei paraggi, l’iconico Space Needle ha subito la ristrutturazione più estesa degli ultimi 50 anni, mentre sul lungomare un moderno tunnel ha sostituito una brutta superstrada di cemento.

Seattle, brillante e progressista città degli States
Seattle, brillante e progressista città degli States

9. Zara, in Croazia, è risorta dalle ceneri della guerra per diventare una fiorente e vivace città cosmopolita. Passeggiando nel dedalo di vie lastricate di marmo della Città Vecchia, scoprirete bar trendy e caffè informali, antiche rovine romane, musei innovativi e trattorie rustiche. La vera fenice della trasformazione di Zara è il suo suggestivo lungomare, dove decine di abitanti si radunano per ascoltare le magiche melodie dell’Organo marino o per ammirare le ipnotiche luci del Saluto al Sole. Grazie alle struttura compatta della città, i visitatori entrano immediatamente in contatto con le vita e la cultura locale per poi stupirsi davanti alle ampie vedute che si aprono all’improvviso sull’Adriatico.

Zara, città della Croazia
Zara, città della Croazia

Meknès, perla del Marocco

10. Meknès, Marocco. Il sultano guerrafondaio che nel 1672 trasferì la capitale del Marocco a Meknès si rivolterebbe nella tomba se sapesse che la città accoglie oggi ben pochi visitatori in confronto a Fès e Marrakech. Moulay Ismail saccheggiò i palazzi di Marrakech e le rovine romane di Volubilis per procurarsi la pietra e il marmo con cui costruire le massicce fortificazioni che ancora oggi racchiudono la città, i magazzini sotterranei per le scorte alimentari e una magnifica bab (porta) per eclissare perfino la Porta Blu di Fès. Nel cuore della città, l’elaborato mausoleo di Ismail è un tesoro nazionale, uscito nel 2018 da un restauro durato due anni, che offre ai viaggiatori un motivo in più per visitare questa città sottovalutata.

Meknes, città imperiale del Marocco
Meknes, città imperiale del Marocco

Per informazioni: Best in Travel 2019