Installazione Al Ttg Rimini

Al TTG Travel Experience 2018 il mondo in una fiera

Si è svolta a Rimini l’edizione 2018 del TTG Travel Experience con 150 destinazioni tra cui alcune emergenti come il Kazakistan

È andata benissimo, finalmente una fiera che funziona“. Con queste poche parole il ministro del Turismo Gian Marco Centinaio ha chiuso le danze del TTG Travel Experience 2018 che si è tenuto alla Fiera di Rimini insieme a SIA Hospitality Design e SUN Beach&Outdoor Style. Una kermesse di tre giorni, dal 10 al 12 ottobre, con oltre 150 espositori e un ricco palinsesto di incontri per parlare del futuro del turismo. Con l’hashtag #THINKFUTURE si sono tenute ben 8 arene con 200 appuntamenti e 300 relatori per riflettere su sostenibilità, tendenze e digitalizzazione riguardo al mondo dei viaggi. Si è parlato di tante cose, non solo di destinazioni, ma soprattutto di giovani, di impresa e di cambiamento. 

Al TTG Travel Experience 2018
The Word, Destinazione Italia e Global Village sono le tre aree della Fiera del Turismo che si è tenuta a Rimini

Viaggiare sì, ma con cosapevolezza. Parola di TTG Travel Experience

All’alba della chiusura della super famosa Maya Bay, la spiaggia dell’isola di Ko Phi Phi Don in Thailandia – quella del film The Beach con Leonardo di Caprio, per intenderci – a causa dei danni causati all’ecosistema per il turismo di massa, Al TTG Travel Experience si è parlato anche di Overtourism. Inserito tra i dieci mega trend del futuro su scala globale, il “sovraffollamento turistico” è nel report ufficiale dei Megatrends 2018 dell’Italian Institute for the future. Sì, perché il turismo, da sempre – ma oggi più che mai – ha un forte impatto ambientale, ed è ora di capire come si possono ridurre senza danneggiare, allo stesso tempo, il business del turismo stesso. 

Al TTG Travel Experience si è parlato anche di realtà virtuale
Vivere la destinazione ancora prima di andarci è il nuovo modo di fare promozione per il turismo

Il turismo dei Millennials e della Gen Z sarà sempre più virtuale

Al TTG Travel Experience si è discusso anche dei turisti del futuro, ovvero i Millennials e gli appartenenti alla Generazione Z. Cosa ameranno fare e vedere? La stima dell’UNWTO è che i turisti under 35 faranno circa 320 milioni di viaggi internazionali. In che modo? Sempre più attraverso i social: grazie all’uso di piattaforme on line, a partire da AirBnB. In Italia. Uno studio sul settore, però, rivela anche una nuova tendenza (o pericolo): la ricerca della vacanza virtuale, le esperienze in stile “second life”, in cui il turista del futuro è un avatar di se stesso. I viaggi virtuali sembrano imporsi tra i giovani e le imprese del turismo si stanno già muovendo in questa direzione, come dimostra la crescente diffusione del mercato dei caschi e maschere per la visione in 3D.

Tutte le novità del TTG Travel Experience

È stata un’edizione molto ricca di novità. Dall’ingresso di nuovi espositori tra le destinazioni tra cui Kazakistan, Nepal, Andorra e Principato di Monaco, per la prima volta per la sezione The World che ha visto partecipare tutte le principali destinazioni. Inoltre, da segnalare la grande partecipazione del Messico, quest’anno partner della manifestazione; il successo per l’area Beach&Outdoor, idee e arredi per la vacanza all’aperto, dalla vita in spiaggia al campeggio; la nuova tendenza dei Wedding Party in Hotel e i Pet Hotel, hotellerie studiata per ospirare gli amici a quattrozampe. Inoltre, la fiera ha dato ampio spazio ai nuovi talenti e alle imprese più innovative con il progetto BeTheNext, e alle startup di settore con oltre 50 partecipanti.

Scopri anche:

007 destinazione Austria. Sulle tracce ad alta quota di James Bond
Lungo la costa slovena, per una vacanza tra mare, terme, natura, storia e cultura
I quarantenni? Viaggiano alla ricerca di feste e movida molto più dei ventenni