Ischia è un'isola verdissima

Ischia, la più verde e selvaggia tra le isole Flegree

Per le vacanze estive, o per una toccata e fuga fuori stagione, scegliete Ischia, isola che offre spiagge, terme e una cucina straordinaria

Ischia, isola nata dall’eruzione di un vulcano sottomarino – ecco spiegato il perché della sua sabbia nera – proprio grazie alle sue origini vulcaniche possiede un terreno rigoglioso, che le ha fatto attribuire negli anni, e non certo a caso, il soprannome di Isola Verde. Ed è proprio così: questa perla color smeraldo, a meno di un’ora di aliscafo da Napoli, è un tripudio di alberi, arbusti, fiori tropicali, che la rendono una meta ideale e paradisiaca per le vacanze estive. 

Una via di Ischia Porto al tramonto
Ischia Porto, paesino pieno di ristoranti e negozi, al tramonto @Chiara Dalla Tomasina

Per soggiornare, meglio scegliere la zona di Ischia Porto Ischia Ponte, piena di strutture adatte per accogliere turisti, anche con famiglie numerose: c’è l’extralusso, come l’hotel Miramare e Castello, per chi vuole viziarsi, ma anche strutture più spartane che offrono, però, una vista impagabile sul castello aragonese, che sembra sorgere dalle acque su un promontorio. Tra queste, consigliamo Hotel Parco Cartaromana, dotato di piscine, campi da tennis e una vista che non ha eguali.

Castello Aragonese
Una veduta del Castello Aragonese di Ischia @Chiara Dalla Tomasina

La doppia scelta di Ischia: spiagge o scogli

Per trascorrere una giornata al mare, si può scegliere tra la sabbia, come la Baia dei Maronti, più comoda e confortevole in caso di famiglie con bambini, e la roccia, che garantisce un colore dell’acqua trasparente e cristallino, come la spiaggia Cocò, dalla quale si può ammirare una splendida muraglia romana.

I centri termali, per rigenerarsi a due passi dal mare

Impossibile, poi, non citare i centri e i parchi termali dell’isola: tra questi, i più noti sono i Giardini Poseidon di Forio, il Parco Termale Castiglione a Casamicciola, il Parco Negombo di Lacco Ameno, le Terme millenarie di Cavascura ai Maronti e il Parco Termale Tropical di Sant’Angelo.

Sant'Angelo, il borgo di pescatori di Ischia
Il borgo di pescatori di Sant’Angelo @Chiara Dalla Tomasina

E Sant’Angelo è anche la meta ideale per un aperitivo: si tratta di un antico e perfettamente conservato villaggio di pescatori, una delle mete più belle da visitare assolutamente durante un soggiorno sull’isola, ricca di bar, ristoranti e boutique (anche di lusso). E proprio da questo borgo coloratissimo partono anche le barchette dei pescatori per i tour marittimi nei dintorni.

La cucina dell’isola, vero tesoro di Ischia

Ma è a livello gastronomico che l’isola raggiunge la sua massima esplosione: qui la tradizione culinaria campana raggiunge il picco, regalando al fortunato visitatore pizze fatte a regola d’arte, condite rigorosamente con mozzarella di bufala, il tipico coniglio all’ischitana, fatto con vino bianco, erbe selvatiche e pomodoro, piatti di pesce fritti e grigliati oppure in guazzetto; gelati di frutta fresca e dolci spettacolari, come babà (li trovate in mille varianti e dimensioni), graffe, cornetti, aragostine ripiene di crema e a prezzi assolutamente competitivi.

La pizza, una delle delizie campane
La pizza, uno dei piatti tipici campani @pixabay

Per un pranzo veloce in spiaggia, altrimenti, i locali mangiano tutti la Zingara, ovvero un panino fatto con prosciutto crudo e mozzarella. A chiudere, per digerire tante prelibatezze, impossibile non assaggiare il rucolino, liquore a base di rucola tipico dell’isola, e l’amaro alla piperna, erba tipica che cresce sulle pendici del monte Epomeo, il più alto di Ischia.