le strade di New Orleans, effervescente città del Louisiana

Incredibile New Orleans

A spasso per Nola a ritmo di jazz, rhythm&blues, per festeggiare il 300esimo anniversario della sua nascita

Per le strade di New Orleans, effervescente città del Louisiana
Per le strade di New Orleans, effervescente città del Louisiana

Non c’è città al mondo come New Orleans”. Parola dell’autorevole New York Times, che ha messo la città del Louisiana al primo posto tra le 52 mete imperdibili del 2018. Tenace, vitale, travolgente, New Orleans non si è piegata al violento passaggio dell’uragano Katrina nel 2005 e, più in forma che mai, è pronta a festeggiare il 300esimo anniversario della sua nascita con un fitto calendario di appuntamenti, piani di restyling, opening di ristoranti e alberghi. Benvenuti a Nola

A RITMO DI JAZZ, RHYTHM&BLUES

Nella patria del jazz non si contano i locali dove ascoltare ottima musica
Nella patria del jazz non si contano i locali dove ascoltare ottima musica

Nola, come la chiamano i locals, è uno straordinario melting pot di popoli, culture e tradizioni: nei secoli spagnoli, poi francesi, infine inglesi e americani hanno sostituito le popolazioni locali e gli schiavi africani. Il risultato? Un mix esilarante di civiltà che si scopre visitando la città partendo dal suo fulcro storico, il French Quarter, una rete di stradine bordate da bei palazzi in stile coloniale.

Passeggiando sembra quasi di sentire ilrhythm & blues di Fats Domino e il jazz di Louis Armstrong, che della sua città diceva: “Ogni volta che chiudo gli occhi per soffiare nella mia tromba, guardo nel cuore della buona vecchia New Orleans… Mi ha dato qualcosa per cui vivere”. Ancora oggi la vibrante scena musicale rende New Orleans unica, così come la frizzante vita notturna e la cucina speziata, miscela di sapori francesi, africani e americani. 

Di giorno vale la pena di passeggiare per la città e ammirare i bei palazzi colorati
Di giorno vale la pena di passeggiare per la città e ammirare i bei palazzi colorati

Da provare i piatti tipici più famosi: la jambalaya (una specie di paella arricchita da piccante salsiccia) e il gumbo soup (a base di carne o di molluschi e crostacei), da Elizabeth’s o da Antoine’s, ristorante storico con ottima cucina creola; le chele di granchio marinate da Coop’s, amato dai locali e vivere il rito cittadino del caffè e beignets (frittelle con zucchero a velo) al Cafè du Monde. 

Prima di spostarsi, la sera, nella zona intorno a Frenchmen Street per ascoltare le band che suonano dal vivo nei migliori locali. Per vivere una delle esperienze più autentiche, bisogna però unirsi a una delle bande musicali, le brass band, che nei fine settimana attraversano a ritmo di danze e musica il Garden District, quartiere residenziale dalle tipiche case bianche e dall’atmosfera fuori dal tempo. 

NELLA PATRIA DELLA MIXOLOGY

Non tutti sanno che New Orleans è la patria del bere miscelato
Non tutti sanno che New Orleans è la patria del bere miscelato

Forse non tutti sanno che New Orleans è anche la patria del bere miscelato, sede del Tales of the Cocktail (in programma dal 17 al 22 luglio 2018), evento di fama internazionale per professionisti e appassionati e di un vero e proprio museo dedicato, il Museum of American cocktail. Il cocktail tipico? Si chiama Sazerac ed è a base di rye whiskey, pastis, un goccio di assenzio e due “lacrime” di Peychaud’s Bitter. 

Creato nel lontano 1850, oggi si può ordinare al Sazerac Bar del Roosevelt Hotel (dove si gusta anche il Ramos Gin Fizz, un altro classico made in Nola, a base di gin, succo di lime e albume d’uovo) o alla Napoleon House, set de La Giuria, pellicola tratta da un romanzo di John Grisham con Gene Hackman, Dustin Hoffman e John Cusack. 

A due passi da Canal Street, si fa letteralmente un “giro di giostra” al Carousel Bar & Lounge (qui è stato inventato il Vieux Carré), dove il bancone è la riproduzione fedele di una vecchia giostra e ruota davvero, insieme alle sedute. Un’altra sorpresa di Nola!