Il tradizionale Souq Waqif

In Qatar, per un long weekend, alla scoperta del meglio che offre il Paese

Ecco otto esperienze culturali per scoprire il Qatar in pochi giorni, a partire dalla capitale Doha

Il Qatar? Non è poi così lontano: appena sei ore di volo diretto e si è già nel cuore del Golfo Persico, pronti per esplorare un Paese che vanta un patrimonio culturale straordinariamente ricco, da scoprire in un long weekend partendo da Doha, la capitale. Dal Forte di Al Zubarah, primo sito UNESCO del Paese, ai vivaci vicoli del tradizionale Souq Waqif fino alle gare di cammelli: ecco tra le tante le otto esperienze culturali da non perdere.

 

1. Un tour tra secoli di storia al Museo di Arte Islamica

Festeggia il suo decimo anniversario il Museo di Arte Islamica (MIA) che, con la sua splendida esposizione di arte e manufatti provenienti da tutto il mondo islamico, è stato riconosciuto tra le istituzioni culturali più prestigiose al mondo. Al suo interno è possibile attraversare 14 secoli di storia islamica ammirando le preziose collezioni di dipinti, opere in vetro e in metallo, ceramiche, tessuti e manoscritti. Il museo stesso rappresenta un importante capolavoro architettonico moderno progettato dal famoso architetto IM Pei. Al suo interno trova spazio anche Idam, ristorante gourmet firmato da Alain Ducasse, dove gustare ottime specialità di cucina locale ed internazionale.

Il Museo di Arte Islamica
Il Museo di Arte Islamica

 

2. Embrace Doha: alla scoperta delle tradizioni locali 

Studiata dai locals per offrire ai visitatori esperienze coinvolgenti alla scoperta della storia, della cultura e delle tradizioni del Qatar, Embrace Doha, permette di vivere in modo autentico il Paese. Si può per esempio partecipare a diverse sessioni culturali con focus su famiglia, etichetta e protocolli oppure e avere un’introduzione a pratiche tradizionali come il Ramadan. Durante gli incontri, si vive l’ospitalità qatariota, si assaggiano pietanze tipiche, si può bere il gahwa, il caffè arabo, e farsi decorare le mani con l’henné nella tradizionale majlis (area living).

 

3. Immergersi tra le bancarelle del Souq Waqif

Gli affollati vicoli del Souq Waqif offrono un assaggio autentico della cultura locale, dell’architettura e della storia del Qatar come tradizionale hub commerciale. I negozi e le bancarelle che animano le strette stradine offrono una ricca varietà di specialità gastronomiche mediorientali, spezie, datteri e noci, accanto a prodotti di qualità come profumi, gioielli, stoffe e souvenir artigianali. I visitatori possono immergersi nella magica atmosfera creata dalle note di musiche tradizionali e dagli spettacoli artistici e culturali che si svolgono in tutto il Souq e provare le specialità gastronomiche dei numerosi ristoranti e caffè tra piatti tradizionali e proposte culinarie internazionali. Il momento ideale per visitare il Souq Waqif è l’ora del tramonto, quando la luce del sole crea un’atmosfera magica da ammirare e fotografare.

Il tradizionale Souq Waqif
Il tradizionale Souq Waqif

4. Scoprire i segreti della Falconeria

La falconeria è un’usanza che risale a più di 5.000 anni fa ed è stata introdotta in Qatar attraverso le tribù beduine che utilizzavano questa pratica per procacciarsi il cibo. Oggi ha assunto una vera valenza sportiva ed è ancora molto popolare nel Paese: i figli accompagnano i padri nel deserto per imparare questa antica arte e allo stesso tempo per sviluppare autodisciplina e pazienza. Il Souq Waqif di Dohaospita, in un’area dedicata alla falconeria, un mercato tradizionale e un ospedale. Qui, è possibile acquistare diversi esemplari di falchi, i cui prezzi variano da 5.000 Qatari Riyal (circa 1.175 euro) fino ad un milione di Qatari Riyal (circa 230.000 euro) per le specie più rare e colorate. 

La falconeria è un’usanza che risale a più di 5.000 anni fa
La falconeria è un’usanza che risale a più di 5.000 anni fa

5. Visitare il Katara Cultural Village

Nel 2010 il Katara Cultural Village e l’adiacente anfiteatro, situati lungo la costa orientale di Doha, tra West Bay e The Pearl, sono stati inaugurati con l’obiettivo di posizionare il Qatar quale centro di scambio culturale e artistico. Il Village, oltre a comprendere diversi teatri, due moschee e numerose gallerie d’arte, presenta uno spazio che ospita concerti, spettacoli, mostre ed eventi di respiro internazionale come il Doha Film Institute Ajyal Youth Film Festival, ogni novembre. Durante tutto l’anno sono inoltre in programma una serie di proiezioni di film indoor e outdoor ed è possibile utilizzare la spiaggia pubblica adiacente, ricca di ristoranti raffinati e dotata di moderne strutture per avventurarsi nell’ampia offerta di sport acquatici. La vera gemma del Katara Cultural Village rimane però il suo spettacolare anfiteatro caratterizzato da un design unico dall’equilibrio perfetto tra il teatro classico greco e le caratteristiche tradizionali islamiche e che può ospitare fino a 5.000 persone.

Il Katara Cultural Village
Il Katara Cultural Village

6. Assistere ad una gara di cammelli

Tra le usanze sportive tradizionali, la corsa dei cammelli è una delle più famose. A circa un’ora di macchina nel deserto, a nord di Doha, si può raggiungere il circuito di Al-Shahaniya, dove assistere a tornei nazionali ed internazionali (tra ottobre e febbraio) e alle avvincenti sfide per aggiudicarsi l’ambito Golden Sword (tra marzo e aprile). La particolarità di questo evento è che i cammelli da corsa non vengono cavalcati da uomini, ma da fantini robot telecomandati a distanza e vestiti con stoffe di seta colorate.

7. Esplorare il Forte di Al Zubarah, patrimonio UNESCO

La città di Al Zubarah è uno degli esempi più estesi e meglio conservati di insediamenti del XVIII-XIX secolo nella regione costiera del Golfo Persico. Prima di essere distrutta nel 1811 e abbandonata all’inizio del ‘900, la città fino all’inizio del XIX secolo rappresentava un fiorente centro commerciale, soprattutto per le perle. A seguito di un restauro avvenuto nel 2013, il Forte di Al Zubarah è stato proclamato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, diventando il primo sito in Qatar ad ottenere questo importante riconoscimento.

Al Zubarah
Al Zubarah

8. In crociera in dhow al tramonto

Per concludere in bellezza il proprio soggiorno a Doha, non può mancare una crociera a bordo del dhow – la tradizionale barca di legno araba – navigando tra le calme acque del Golfo Arabico. I dhow, con i loro lunghi e sottili scafi, hanno giocato un ruolo importante nella storia commerciale del Qatar e sono stati utilizzati per trasportare beni pesanti, come frutta, acqua fresca e merci varie. Oggi, queste barche tradizionali adornate di luci, regalano una vista spettacolare sullo skyline di Doha, mentre a bordo si gustano buffet a base di BBQ. In collaborazione con gli hotel della città e i principali tour operator locali, vengono organizzate diverse tipologie di crociera della durata di mezza giornata o di una giornata intera e al tramonto.

E per partire subito, il tour operator Quality Group propone il pacchetto Discover Doha di 5 giorni e 4 notti a partire da €980 per persona valido tutto l’anno. La proposta include: voli diretti Qatar Airways in partenza dalle principali città italiane, pernottamento nei Souq Waqif Boutique Hotels, escursione nel deserto, city tour di Doha e visita al forte di Al Zubarah e alle mangrovie di Al Thakira.

Per informazioni: VisitQatar.qa