Loblolly Bay, ad Anegada, è uno degli hotspot da non perdere delle BVI

Isole Vergini Britanniche, il paradiso d’inverno

Vacanze al caldo alle Isole Vergini Britanniche, tra lingue di sabbia color borotalco, acque cristalline e natura inviolata. All’insegna del relax e del divertimento

Il paradiso all’improvviso. Il titolo di un film (di Pieraccioni, ndr)? Non solo. Non c’è niente di più vero pensando alle BVI (acronimo di British Virgin Islands), le Isole Vergini Britanniche, incantevole arcipelago nel tratto nord-occidentale del Mar dei Caraibi, a circa 50 miglia a est di Puerto Rico. Lingue di sabbia color borotalco, acque cristalline, resort di lusso, questo è il ‘film’, tornando a bomba. In totale, sessanta tra isole, isolotti, scogli e piccoli cay corallini. Per lo più vulcaniche, sono isole tutte diverse, ciascuna unica e piena di fascino. Tortola (sede della capitale, Road Town), Virgin Gorda, Anegada e Jost Van Dyke sono le principali. Evocano storie di pirati e di gloriose epoche passate. Come Norman Island, raggiungibile solo via mare, che secondo la leggenda sarebbe proprio L’isola del tesoro del romanzo di Stevenson. Oggi le BVI sono acclamate da appassionati di barca a vela e yachting, ma anche di snorkeling, escursionismo e turismo sostenibile. Un eden incontaminato, facilmente raggiungibile con comodi e frequenti collegamenti dalle vicine isole di St. Thomas, Porto Rico, Antigua o St. Maarten verso il Terrence B. Lettsome International Airport, l’aeroporto principale delle BVI. La meta perfetta per una fuga d’inverno.

Il piccolo e paradisiaco arcipelago di The Indians, alle BVI
Il piccolo e paradisiaco arcipelago di The Indians, alle BVI

Inverno al caldo, all’insegna di sole, mare e divertimento

Vacanze ai tropici, nel blu dipinto di blu…Se siete in cerca di un Natale alternativo, allora le Isole Vergini Britanniche sono la destinazione perfetta. Relax, mare, sole, per rigenerarsi e staccare dalla frenetica routine della vita quotidiana; party e folklore locale per distrarsi e divertirsi fino all’alba. Se il modo migliore di ammirare gli scenari naturalistici delle BVI è fare island hopping da un’isola all’altra a bordo di un esclusivo catamarano, si può optare per un soggiorno classico, in uno dei numerosi resort e boutique hotel raggiungibili grazie ai collegamenti in traghetto. A questo link tutte le strutture disponibili divise per isola.


Ad animare le giornate, e ancor più le serate, sono poi i numerosi eventi in calendario. Si comincia la sera del 22 dicembre, sull’isola di Tortola, con il Trellis Bay Full Moon Party, una festa folkloristica, aperta a grandi e piccini, scandita dal ritmo di strumenti a percussione, musica reggae, balli caraibici e dai ballerini sui trampoli, i Moko Jumbies. Ad accendere la notte sarà poi lo spettacolo delle Aragorn’s Fireball, sfere metalliche infuocate create dall’artigiano Aragorn, ancor più scenografico la notte di Capodanno, per festeggiare l’anno nuovo in pieno stile caraibico. Imperdibile, il 26 dicembre, il Boxing Day Horse Racing, l’annuale corsa di cavalli in programma all’Ellis Thomas Downs Horse Racing Arena di Sea Cows Bay, a Tortola. “The Nauti Yacht Club” è invece il tema dell’Old Year’s Night 2018, l’attesissimo party di Capodanno che anima il famoso Foxy’s Tamarind Bar di Great Harbour, a Jost Van Dyke. Per finire l’anno come in un film, vestiti da velisti, pirati, lupi di mare o creature degli oceani.

In navigazione si scoprono baie nascoste e candide lingue di sabbia inviolate
In navigazione si scoprono baie nascoste e candide lingue di sabbia inviolate

La top six dei luoghi da visitare, adesso

Dai resort esclusivi alle piccole isole gioiello incastonate nel Mar dei Caraibi, ecco la classifica dei luoghi imperdibili ora alle BVI. Ce n’è per tutti i gusti. Sia che desideriate una vacanza all’insegna del relax o che vogliate stare più a contatto con la natura.

Tortola

Isola principale, sede della capitale Road Town e vanta uno scenario di rara bellezza, con il Sage Mountain National Park e spiagge bianchissime tra cui Apple Bay, Brewers’ Bay, Lambert Bay, Long Bay Beach e Cane Garden Bay.

Virgin Gorda

È la più iconica dell’arcipelago, per le rovine spagnole del Little Fork National Park, Copper Mine, le antiche miniere di rame e una delle attrazioni più popolari, il The Baths National Park, con gli iconici massi di granito.

Anegada

È l’unica isola piatta delle BVI, ammalia i visitatori con le sue lingue di sabbia color borotalco, l’incredibile barriera corallina (la terza più vasta dei Caraibi orientali) e la ricca fauna locale, come i caratteristici fenicotteri rosa e l’Anegada Rock Iguana. Il periodo migliore per visitarla è novembre, durante l’Anegada Lobster Festival, per gustare la deliziosa aragosta di Anegada.

Jost Van Dyke

La più piccola tra le quattro isole maggiori, nonchè mecca dei bar caraibici, invita ad assaggiare il famoso cocktail Painkiller al Soggy Dollar e al Foxy’s bar.

Guana Island

L’esclusiva isola resort è punteggiata da incantevoli cottage immersi nel verde e in posizione panoramica sull’arcipelago.

Il Cooper Island Beach Club

Situato nella Manchioneel Bay è incorniciato da una magnifica spiaggia, uno dei rum bar più popolari nell’area, un ristorante molto ospitale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Will you marry me? Yes I do! Fuga d’amore alle BVI

Sposarsi e al contempo vivere la luna di miele. Alle BVI si può pronunciare il fatidico ‘sì’ e raggiungere in men che non si dica la meta del viaggio di nozze dei sogni. Il tutto grazie al prezioso supporto di esperti wedding planners che si occuperanno di ogni minimo dettaglio, complici l’unicità della location e le atmosfere da fiaba. Non resta che scegliere il tema che si preferisce.

Per chi desidera un matrimonio Bohemien, l’ideale sono i candidi litorali di Virgin Gorda, in cui spiccano la celebre The Baths; le vivaci baie di Cane Garden Bay, a Tortola; la spettacolare White Bay, a Jost Van Dyke; le incontaminate spiagge dell’isola corallina di Anegada. Chi sogna un matrimonio dal sapore rustico e romantico, può optare per luoghi remoti e riservati come il promontorio sul quale sorgono i resti dell’antica miniera Copper Mine, risalenti al XIX secolo, a Virgin Gorda. Il panorama che si osserva da questo punto dell’isola toglie davvero il fiato. Chi vuole ‘perdersi’ in mare, può noleggiare uno yacht e un’esperienza davvero unica, scambiandosi i voti sulle placide acque che costeggiano l’arcipelago. Tra le compagnie, The Moorings offre il noleggio d’imbarcazioni con servizi dedicati come skipper e chef privato. Per un matrimonio tradizionale e senza tempo, lo scenario perfetto sono le chiese storiche dei piccoli centri abitati, garanzia di privacy e semplicità.

Tutte le informazioni per sposarsi alle BVI sono disponibili a questo link.

Le BVI sono un paradiso per due da godere anche by the pool
Le BVI sono un paradiso per due da godere anche by the pool

Per ulteriori informazioni sulle BVI: bvitourism.it