Olimpiadi invernali 2010 Vancouver

A Vancouver per le Olimpiadi invernali 2010

Al via il 12 febbraio!

Le Olimpiadi invernali 2010 si terranno a Vancouver. Scenario dell’evento i monti innevati della città canadese, tra le valli di Whistler, Richmond e West Vancouver.

Olimpiadi invernali 2010

Terminate le gare, tappe d’obbligo sono Stanley Park, l’Acquarium, che ospita oltre 9 mila specie, il ponte sospeso di Capillano e i locali chic di Kitsilano lungo Cornwall e Yew Street, da East Vancouver all’isola dello shopping di Granville. Da segnalare anche i negozi di Market square , La Vancouver Art Gallery.


Attrazione del momento sono poi i Bridge Studios, sulle rive del Fraser River, set dell’ultima puntata di , i vampiri che hanno fatto impazzire gli adolescenti di tutto il mondo.

I XXI Giochi olimpici invernali si sono svolti a Vancouver dal 12 al 28 febbraio 2010. Nella stessa località si sono tenuti i X Giochi paralimpici invernali dal 12 al 21 marzo 2010. Si è trattato della terza manifestazione olimpica a svolgersi in territorio canadese, dopo Montréal 1976 e Calgary 1988.

A fare da testimonial ai giochi alcuni tra gli sportivi canadesi più famosi del mondo ma anche chi, come l’hockeista Mats Sundin, è svedese ma vive in Canada: “Non importa in quale città ti trovi – ha detto la Mats – lo nazionale in Canada è comunque l’Hockey e per me si tratta di una circostanza molto fortunata. Ho vissuto in Canada per gran parte della mia vita professionale giocando in tre diversi club di tre splendide città ed è stata un’esperienza bellissima constatare la passione di questa gente per il mio ”.

A testare alcuni dei impianti di Cypress Mountains c’era anche Darron Rahlves: ex professionista sugli sci ma appassionatissimo fan dello snowboard e dello skicross, la specialità che ha scelto per Vancouver. “Ho scelto lo skicross – ha spiegato Rahlves – perché mi diverte tantissimo. Ci sono alcuni elementi del motocross, ma anche la possibilità di saltare e di essere molto dinamico. E’ qualcosa di nuovo, il fatto di non dovere competere contro me stesso o il cronometro ma contro altri tre avversari è sempre entusiasamente”.

Per informazioni:
vancouver.ca