Il bancone di Pausa - Your Italian Break

Arriva a Milano Pausa-Your Italian Break

Apre in città Pausa-Your Italian Break. Gusto nostrano e format internazionale, per un locale informale e conviviale, dal design essenziale, dove fermarsi anche per leggere e studiare

Take a break! È l’invito di Pausa-Your Italian Break, appena aperto a Milano, in via Cesare Correnti, quello appunto di prendersi una pausa, in una location dal piglio e dal format “Simple, easy, fun, healthy, artisanal and sustainable”. Vale a dire, “semplice, facile, divertente, salutare, artigianale e sostenibile”, questo il claim del locale, che vuole portare in città il meglio dei sapori del Belpaese. Niente di nuovo, in realtà. Sì, perché si tratta di un brand già riconosciuto all’estero, per la precisione ad Hong Kong, dove è nato nel 2013 con un temporary restaurant, che propone pizza, pasta, gelato e caffè selezionando piccoli produttori artigianali italiani.

Leggi QUI tutti gli Opening a Milano

Un format consolidato

L’idea è dell’imprenditore Marco Cattaneo che, dopo essere stato manager in una multinazionale, si è cimentato in questa nuova avventura. Il suo obiettivo è proporre una cucina al 100% nostrana, in una location confortevole dove ci si può fermare tutto il tempo che si desidera, per leggere, lavorare, studiare. Non mancano poi i servizi di take-away e di delivery. I punti di forza? La qualità dei prodotti, in primis, è poi l’atmosfera conviviale, la formula flessibile, il design italiano. “Volevamo esportare la dieta mediterranea, dichiarata Patrimonio immateriale UNESCO, con un format italiano, improntato all’internazionalità”, spiega Cattaneo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Pizza, pasta, caffè e gelato in uno spazio conviviale

A disegnare gli spazi l’architetto Roberto Ulzi, che ha pensato ad ambienti dalle linee minimal e semplici, per uno spazio informale e accogliente. Variegata l’offerta che include pasta fresca in tre tipologie (lunga, corta, ripiena) e diversi sughi; pizza da condividere, al trancio o alla romana, lievitata 48 ore. E poi ci sono caffè di prima scelta (di un piccolo produttore a km zero, COfficina) e il gelato espresso, più leggero e quindi più digeribile del classico. Non resta che provare.

Scopri anche:

Apre la prima boutique de La Via del Tè a Milano
In Piazza della Scala apre Vòce Aimo e Nadia: il terzo ristorante di Negrini e Pisani
Tenoha Ramen, nuova nippo-sfida al 20 di Via Vigevano