Wellness

Mi metto a dieta

Saggezza, volontà e un pizzico di buon senso. Ecco i segreti per perdere qualche chilo

Avete mangiato torrone, panettone, lenticchie e cotechino? E ora vi ritrovate con qualche chiletto di troppo? Niente paura e nessun allarmismo. A tutto c'è rimedio. Basta vedere con chiarezza la situazione, non dire "lunedì mi metto a dieta", pianificare il tutto e procedere con saggio ingegno e i giusti consigli. Come quelli del medico dietologo Primo Vercilli, contenuti in "spuntini di salute" nel volume Adesso, 365 giorni da vivere con gusto, curato da Paolo Massobrio. Dove potete meglio approfondire l'argomento. Noi, intanto, ve ne diamo qualche anticipazione.

LA STRATEGIA - Anzitutto, dovete avere la volontà di mettervi a dieta. Con i sì, no e forse non si va da nessuna parte. E a questo punto dovete anche decidere dove andare, o meglio, se perdere i chiletti in tutta calma oppure raggiungere l'obiettivo in una sola settimana. Ma in ogni caso, la cosa fondamentale è prendere la dieta non come una privazione bensì come un'occasione per rieducarvi al gusto, scoprire il valore del cibo e il senso dell'assaporare. Imparando a nutrirvi in modo più tranquillo, equilibrato e ragionato. E se vi si presenta qualche occasione conviviale non è certo il caso di rinunciare. È il momento giusto per mettere alla prova la vostra capacità di gestione dell'alimentazione.

CON CALMA - Per perdere 2-3 chili in due-quattro settimane, l'iter è semplice. E la parola è quella del dottor Vercilli, ovvero di uno che se ne intende. Prima di tutto annotate su un quaderno le vostre abitudini alimentari, per non andare a scombinare troppo le carte in tavola. E poi? Procedete così: lasciate invariata la colazione; scegliete cinque pasti (nell'arco di sette giorni) in cui consumare 150 grammi di carne bianca o 250 grammi di pesce, con corredo di verdure cotte e crude, condite con poco olio; aggiungete un frutto a metà mattino e a metà pomeriggio; e riducete del 50% il consumo di dolci o bevande diverse dall'acqua. Semplice no?

CON SOLERZIA - Se, invece, avete fretta di ritrovare la linea, ecco come fare. Bevete, bevete e bevete, almeno due litri di acqua al giorno, per depurarvi dalle tossine. Chiudete il pasto con una tisana calda o un tè verde, ricco di antiossidanti. E non trasgredite: a colazione, uno yogurt e un frutto, oppure un tè e quattro biscotti secchi; un frutto a metà mattina e a metà pomeriggio; a pranzo, pasta o riso con pomodoro o verdure, da alternare a 150 grammi di carne o 250 grammi di pesce con verdure (e 30 grammi di pane); a cena, solo carne o pesce, verdure e niente pane. Dolci, bibite e alcolici sono da eliminare. Del resto, un piccolo sacrificio val la pena di farlo.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati