Allenamento col rebounder

In forma rimbalzando

Nelle palestre DownTown ci si allena col rebounder, un eclettico trampolino elastico

Saltare è salutare. E mette pure di buonumore. "Perché il corpo produce più endorfine, gli ormoni del benessere. Che fanno sentire allegri ed euforici", spiega Silvia Pandolfi, direttrice tecnica dei corsi fitness di DownTown Cavour. "Poi saltare piace tanto perché rappresenta un ritorno all'infanzia, quando ci si divertiva a rimbalzare sul letto". Un po' alla bidi bodi bu di un vecchio carosello che pubblicizzava materassi. E allora perché non farlo anche in palestra? Dove approda il rebounder, un trampolino elastico sul quale molleggiare per riattivare la circolazione e il sistema linfatico, nonché incrementare il drenaggio dei liquidi. Contrastando persino la cellulite.

Così, nei centri DownTown Diaz e Cavour e Skorpion arriva un allenamento che va sotto il nome di Aerobic Acceleration System, messo a punto dalla trainer americana Jill Cooper, e che sfrutta un tappeto elastico grande, stabile e sicuro (circa un metro e venti centimetri di diametro). Sul quale si salta (dai 30 ai 45 minuti) a piedi uniti o a gambe alterne, si gira e rigira e si svolgono una serie di esercizi che migliorano capacità respiratoria e metabolismo, potenziano le articolazioni e favoriscono un lavoro cardiovascolare generale. Il segreto? Sta nel triplice aumento della forza di gravità nella fase di "atterraggio". Con benefico effetto "vibrazionale" su tutte le cellule.

Si concentra più sulla tonificazione muscolare, invece, la sessione (di un'ora circa) dell'Aerobic Acceleration System & Tone, che predilige piegamenti, flessioni e addominali (anche da seduti e da sdraiati sul rebounder), coinvolgendo braccia, gambe, tricipiti e torace. E il combat jump? Si fa a piedi nudi sul trampolino elastico, mimando i gesti base della kick boxing, quali calci, pugni, gomitate e ginocchiate. Per migliorare equilibrio e coordinazione e rafforzare le caviglie. Il tutto a ritmo di musica. Che aiuta a mantenere il ritmo, fungendo da metronomo.

E per gli amanti dell'acqua? C'è il water camp (in Skorpion e Downtown Cavour), ovvero, l'allenamento militare in piscina. In pratica, si impugna un bilanciere chiamato water jump (un tubo rigido lungo due volte la larghezza delle spalle) e lo si spinge con forza verso il basso, saltando con le ginocchia al petto, oppure con una gamba sola, o con una prima e con l'altra poi. Come si farebbe con una corda.

Ai corsi si accede iscrivendosi in palestra (abbonamenti annuali da 470 Euro). Il centro DownTown Cavour è aperto dal lunedì al venerdì, dalle 7 alle 24; sabato e domenica, dalle 10 alle 21. DownTown Diaz: dal lunedì al venerdì, dalle 7 alle 23; sabato e domenica dalle 10 alle 20. Skorpion: dal lunedì al venerdì, dalle 7 alle 23; sabato e domenica, dalle 10 alle 19.
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati