Capelli non più ribelli

Nuances, tagli e acconciature per essere raggianti sotto il sole

Parola d'ordine: lisci. Anzi, liscissimi. L'estate 2007 reclama capelli dritti come spaghetti. Ma non sfilacciati, bensì pieni e corposi, valorizzati da pettinature che diano un senso di mosso scompigliato, morbidamente in caduta libera sulle spalle. Il must? La frangia. Rigorosamente asimmetrica e perfettamente ordinata. Queste le tendenze giunte direttamente dal Salone Luciano Colombo di corso Magenta, fucina inesauribile di proposte glamour ma al tempo stesso portabilissime.

SPLENDIDE SPLENDENTI - Per regalare tono e brillantezza alle chiome però non basta un colpo di spazzola. Ci vuole anche qualche trattamento ad hoc, riflessante e vitalizzante. Ecco allora il Lemon Shine, colpi di sole al limone in cui, al posto della consueta carta stagnola, vengono utilizzate grandi foglie di banano; il Ray of Light, sorta di graffiature (eseguite con un pettinino) dal particolarissimo effetto; e poi tutta la serie delle meches, realizzate con polveri rigorosamente naturali. O meglio, speziate, visto che in lista compaiono quelle al pepe nero (per fondi scuri), alla noce moscata (per capelli che vanno dal castano al biondo), allo zenzero (per biondo chiaro), allo zafferano (per sfumature color dorato), al chili (per chi ama il rosso), alla cannella (per calde sfumature su toni castani), alla paprika (per impreziosire i fondi ramati), al ginepro (per chi adora le sfumature fredde) e al cacao (per le appassionate del riflesso nocciola-castagna).

MELONE SULLE CHIOME - Il frutto estivo per eccellenza può finire anche in testa. Meglio se senza scorza, ovviamente. Luciano Colombo, infatti ne utilizza la dolcissima polpa per inglobarla in una maschera dalle proprietà antiossidanti e antinvecchiamento. Un mix nutriente e salutare, ideale in caso di capelli sfibrati, che, grazie alla vitamina B3, ritrovano vigore e lucentezza. Da appliccare anche sul cuoio capelluto per garantire una ritrovata energia.

FRA ELASTICI E FORCINE - In estate, le acconciature devono essere assolutamente prêt-à-porter. Da fare e disfare come e quando si vuole. Anche perché si può essere belle e intriganti con qualche semplice mossa. Per chi ha i capelli corti il suggerimento è un carré, magari leggermente mosso e semi-raccolto oppure qualche extension di ultima generazione: meches applicate con dei gancetti in prossimità della radice. Per chi, invece, ha i capelli scalati, sono ideali i frisé, le trecce e le treccine, illuminati da strass e glitter e da un ciuffo laterale da fissare con una mollettina. Infine, per le proselite delle lunghe chiome le soluzioni sono molteplici. Sempre elegante e raffinato lo chignon, magari ingentilito da un cerchietto o da un foulard in tema con il colore dell'abito. Oppure via libera alle trecce, seducenti e accattivanti nella loro genuinità. Si può farne una unica, che parte dalla zona più alta della testa; una bassa, da lasciare cadere sulle spalle; o una sottile, in modo da coronare la fronte e ottenere il tipico effetto hippy. O ancora, si possono fare tante piccole treccine stile Jamaica o una grande trecciona rasta ingentilita da paillettes e polvere stellata. Per non passare inosservata sotto la luna.

PIU' SAGGE IN SPIAGGIA - Ed ora qualche consiglio per mantenere una sana capigliatura anche al mare. Anzitutto lavaggi frequenti (l'acqua salata inaridisce i capelli). E poi usare tonici naturali come l'aceto di mele o il succo di limone diluiti in acqua per avere più luce, olio di jojoba per una detersione profonda e banane schiacciate e miscelate a uno shampoo neutro appure al burro di karité per un po' più di nutrimento.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati