Vive la Suisse!

Fine settimana Pasquale nella Svizzera francese tra Losanna e Ginevra

Le feste pasquali sono una buona occasione per riscoprire l’altra anima della Svizzera: quella francese, sostando nelle città di Losanna e Ginevra, a quattro ore di treno da Milano.

LOSANNA – Il lago di Léman è pacato, mentre la città di Losanna si sveglia con sprazzi di sole e il brusio di voce che si sente in centro. Prenotate una camera con vista lago all’Hotel Mirabeau (www.mirabeau.ch), dotato di ogni confort, e pochi passi dal centro. Dalla cattedrale gotica si percorrono le scale del mercato, in questa città fatta di sali e scendi, dove a gradazione si passa dalla "galleria a cielo aperto" della parte alta al romanticismo della parte bassa, lì sul lungolago. Il simbolo della località svizzera resta lo splendido Museo Olimpico (www.museum.olympic.org), che racconta con un allestimento ineguagliabile un pezzo di storia sportiva dalle origini ai giorni nostri. Un viaggio interattivo, impreziosito dalla mostra temporanea che prepara il visitatore alle prossimi giochi olimpici estivi di Pechino 2008.

GINEVRA – In tre quarti d’ora di treno potete concedervi una bella escursione nella raffinata Ginevra, che al primo impatto vi sedurrà in stile da capitale: dalla sponda internazionale con gli edifici dell'Onu, della Croce Rossa e del Cern (centro di diffusione di Internet ad uso civile), a quella intima del centro storico con la piazza du Bourg-de-Four, la cattedrale, il Muro dei riformatori, la panca di legno più lunga del mondo (120 metri), guardando in lungo e largo sino a scorgere le Jet d’eau, che divide la città in rive gauche e droite. Godetevi un panorama da cartolina dalla collina di Cologny, la Beverly Hills ginevrina, dove Mary Shelley ha scritto il suo Frankenstein a seguito di una scommessa con Lord Byron. Noleggiate un'auto e spingetevi pure fuori dal centro, fra i vitigni di Satigny e Boudigny.

CAROUGE – Da Ginevra prendete il tram 12, attraversate il fiume Arve e respirate l'aria genuina di Carouge, piccolo mondo antico dai giardini segreti. “Vogliamo che i turisti scoprano un lato nascosto del nostro territorio e perciò ci preoccupiamo di organizzare escursioni che incuriosiscano”, ci racconta Gianna Loredan di Illico Travel (www.illico-travel.ch). A Carouge vi aspettano souvenir originali, dalle borse di Chris Murner, ai bijou di Nina Mathez-Loïc, alle praline di Martel, ai vini dell’enoteca di Michel Delomier. E poi concedetevi una pausa da Wolfisberg, campioni europei di panetteria, o da Ô Calme, delizioso bistrot che vi farà sentire comme à la maison (www.carougemania.ch).

A TAVOLA – Tra i prodotti caseari, assaporate il Vacherin Mont-D’Or Switzerland DOP e il Tomme Vaudoise. Da non perdere la fondue moitié-moitié (50% Gruyère, 50% Vacherin, fusi in vino bianco). Se avete voglia di carne, a Losanna ordinate pure il “papet  vaudois” (salsiccia di cavolo, con porri e patate), a Ginevra invece la “fricassée de porcelet” (una sorta di spezzatino). Ottimo anche il pesce lacustre del Lac Léman. Per un pasto light, voilà la salade de dents-de-lion o il tagliere di viande seche. Per concludere in dolcezza, a Losanna ecco i profiteroles con gelato alla vaniglia, scaglie di mandorla e colata calda di cioccolata fondente, a Ginevra invece lasciatevi tentare dalle bontà alla pera. Da bere? Il bianco e delicato Chasselas.

NIGHTLIFE  – Centro nevralgico della vita notturna a Losanna è il quartiere Flon, dove troneggia la discoteca MAD, covo di eccellenti dj set a opera di illustri ospiti internazionali (da segnare in agenda Erick Morillo il prossimo 20 marzo). Ma fiore all’occhiello è il Mad Train: specialissime onenight in treno (circa 3 volte l’anno), dalla Svizzera verso le grandi città europee: il 15 febbraio ha toccato anche Milano. Il prossimo è in programma il 5 luglio con destinazione Parigi. A bordo vi aspettano Carl Cox, David Guetta, Tiesto, Martin Solveig, Joachim Garraud (www.mad.ch).

COME ARRIVARE – Il modo più facile ed economico è sicuramente il treno. Lo Swiss Pass è la soluzione conveniente per girare la Svizzera in piena libertà (157 Euro per un Flexi Swiss Pass di tre giorni in 2a classe).

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati

Correlati:

www.svizzera.it
www.lausanne-tourisme.ch