Svizzera in bianco

Le ultime novità per vivere la neve

Discese da sogno ad alto contenuto adrenalinico. È il bigliettino da visita delle piste da sci svizzere, caratterizzate da candidi manti innevati dove sfrecciare senza freni. A valle, poi, si alloggia in originali strutture, fresche di apertura. Ecco un'anteprima delle ultime novità. 

IN VOLO SULLE PISTE - Il comprensorio internazionale Portes du Soleil mette a disposizione ben 90 piste. Vi si accede dal villaggio di Champery, dove i più esperti si possono cimentare sulla pista del Pas de Chavanette, soprannominata Le Mur Suisse, una delle più ripide del mondo, con un dislivello di quasi 400 metri e una pendenza che sfiora i 50 gradi. Nello snowpark Chardons di Vercorin, gli appassionati di free-style possono provare il bigairbag, sorta di variante del materasso di protezione dalle cadute utilizzato dagli stuntmen che posto di fronte ad un trampolino, ammortizza la caduta. A Grimentz, in Val d'Anniviers, è stato invece inaugurato il primo parco dedicato al woopy jump. Simile allo snowkite, è praticato da sciatori e snowboardisti alla ricerca di sensazioni forti: si fanno salti e acrobazie senza correre il rischio di prendere il volo.

FIENILI A 5 STELLE - L'ultimo nato è il lodge Le Rogneux. Si tratta di uno dei fienili centenari che Montagne Alternative trasforma in alloggi esclusivi costruiti senza deturpare l’ambiente. In questo modo, il paesino di Commeire in Val d'Entremont, nel Vallese, è riuscito a conservare il suo stato originario. Per chi ama l'arte e la vita glamour, nel cuore di Zermatt ha invece da poco aperto i battenti il Backstage-Hotel l'ultima opera dell'artista Heinz Julen. Ogni singolo pezzo dell'arredamento è realizzato a mano nell'atelier di Julen: a disposizione degli ospiti, 6 originali loft Cube, in 6 camere Deluxe o in 7 camere con caminetto. Per divertirsi non ci si deve poi spostare di molto: l'albergo è infatti direttamente collegato al Vernissage, uno dei ritrovi più in, frequentato da musicisti del calibro di Phil Collins e di Jon Lord, ex Deep Purple.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati