Sulle tracce del folk e della taranta

In estate l'Italia riscopre la musica popolare e un suo cantore: Eugenio Bennato

News - Viaggi

La musica popolare è un motivo in più per spostarsi d’estate e lo dimostra il numero di presenze a festival come la Notte della Taranta, che invade il Salento fino al 22 agosto. La taranta seduce persino i musicisti stranieri come l’ex Police Stewart Copeland, che porta ancora in giro uno spettacolo itinerante sul tema.

BENNATO E LA TARANTA - Tuttavia, in ambito di musica popolare, la discografia italiana deve molto ad Eugenio Bennato che con l’album Taranta Power, ristampato dalla Lucky Planet, aveva restituito linfa vitale ad un genere musicale particolarmente amato dai giovani. Lo stesso Bennato ha ribadito in più occasioni la sua missione: esportare un movimento che guardi alla composizione popolare con nuove suggestioni, percorrendo più strade, dal teatro alla musica stessa.

E FOLK SIA! - Spulciando nella discografia del cantautore partenopeo, reduce della Nuova Compagnia di Canto Popolare,  ci sono altri titoli che riportano a quel sound: dalle sterzate di folk di Musicanova con la complicità di Carlo D’Angiò alle nuotate a largo del Mediterraneo di Mille e una notte fa, dalle frontiere antimusicali di Da lontano all’Oriente ad intermittenza di Sponda Sud. “La ricerca fatta da Eugenio nel panorama del folk – precisa Giancarlo Spadacenta di Lucky Planets – ci ha spinti a riportare alla luce degli album che sono delle vere opere musicali.Il lavoro di un editore è anche quello di riorganizzare un catalogo nei giorni in cui il web ci disorienta”.

LIVE – La musica di Eugenio Bennato attraversa lo stivale italiano anche ad agosto per portare dal vivo l’ultimo album Grande Sud. I prossimi appuntamenti sono a Reggio Calabria (13 agosto), a Cotronei (14 agosto), all’Umbria Folk Fest di Orvieto (19 agosto) e al Summerend Festival di Cimolais (21 agosto).

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati