Suggestioni made in China

Da Pechino verso gli ipnotici paesaggi di Suzhou, alla ricerca dei luoghi più autentici

Perdersi negli stretti vicoli (gli hutong) e nei vecchi cortili (i siheyuan) degli antichi quartieri di Pechino, ora Beijing. È il modo migliore per respirare l’atmosfera più autentica di angoli ricchi di suggestione, che oggi tendono a sparire inghiottiti dai moderni grattacieli. E scoprire così la cultura e le tradizioni di un Paese, la Cina, in continua evoluzione ed espansione.

PECHINO - A bordo di un risciò si raggiungono i luoghi di maggior interesse della capitale della Repubblica Popolare Cinese: da Piazza Tienanmen alla Città Proibita, con i padiglioni imperiali e gli appartamenti della corte e del Tempio del Cielo, forse il più bel monumento della città. Spostandosi verso le colline a nord di Pechino, invece, attraverso la Via Sacra, si possono ammirare le tombe degli imperatori della dinastia Ming. Da qui, all’altezza di Badaling, si apre alla vista lo straordinario spettacolo di un tratto della Grande Muraglia, l'enorme serpente di pietra lungo oltre 6mila chilometri eretta dal III secolo per difendere il Paese dalle incursioni nemiche e oggi dichiarato dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità.

XIAN E GUILIN - In due ore di volo si arriva a Xian, capitale della Cina durante il regno di sei dinastie imperiali. A 35 chilometri dal centro cittadino, lo straordinario Esercito di Terracotta è a guardia del tumulo funerario di Qin Shi Huangdi, l’imperatore che per primo unificò il Paese. Si riparte per Guilin, località della provincia meridionale del Guanxi, leggendaria per la suggestione dei suoi panorami, capaci di ipnotizzare. Imbarcandosi al porto fluviale sul Li Jiang, a bordo di un battello si scende lungo il corso del fiume fino al villaggio di Yangshuo, attraverso paesaggi disegnati da colline ricoperte da giungla, fitti boschi di bambù e distese di risaie.

SHANGHAI - Due ore di volo e il paesaggio cambia completamente: si sbarca nell’avveniristica Shanghai, città motore dell’economia cinese. Seguendo il Bund, il lungofiume cittadino che segue il corso dello Huangpu, si raggiungono il Tempio del Buddha di Giada, la città vecchia con il Giardino del Mandarino Yu. Da non perdere una visita del Museo d’Arte, con sezioni dedicate a scultura, pittura, bronzi, ceramiche e porcellane.

HANGZHOU E SUZHOU - In treno si arriva a Hangzhou, antica capitale dell’impero Song, sede dell’Antica Farmacia e del Tempio Linyin. Armoniose combinazioni di padiglioni, laghetti artificiali e una rigogliosa vegetazione accolgono il visitatore a Suzhou, a circa 2 ore di treno. Adagiata lungo la riva del Fiume Azzurro e sulle sponde del lago Taihu, la città incanta per i suoi giardini, i suoi ponti di pietra e le pagode. Prima di far ritorno a Shanghai, vale infine la pena rivivere l’atmosfera delle antiche città costruite sull’acqua, facendo una deviazione fino a Tongli, a soli 18 chilometri di distanza.  

  • DA SAPERE

  • FUSO
  • + 8 ore rispetto all’Italia.

  • DOCUMENTI
  • Passaporto con almeno 6 mesi di validità e visto.

  • QUANDO ANDARE
  • I periodi migliori sono la primavera e l’autunno.

  • CON CHI ANDARE
  • I Viaggi dell’Elefante propone viaggi di 11 o 14 giorni a partire da 2.260 Euro a persona, in camera doppia.
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati