Viaggi

Socotra, l’isola della felicità

Viaggio al largo dello Yemen, alla scoperta di un ambiente intatto e primordiale

In sanscrito Socotra significa felicità. Immersa nelle acque dell'Oceano Indiano al largo delle coste yemenite, è un santuario naturalistico caratterizzato da un ambiente autentico e primordiale, unico al mondo. Dichiarato dall’Unesco Patrimonio naturale dell’Umanità e Riserva della biosfera, l’arcipelago è un sorta di Jurassic Park dove sopravvivono rettili e piante endemici di straordinaria varietà.

UN PO' DI STORIA -  Formato da quattro isole staccatesi dall’Africa sei milioni di anni fa, l’arcipelago è stato aperto solo di recente al turismo internazionale, ma era già conosciuto a Egizi, Greci e Romani, che vi approdarono in cerca di incenso e mirra. Nonostante la posizione strategica lungo le rotte tra Oriente e Occidente, Socotra ha però vissuto un lunghissimo periodo di isolamento. Motivo che ha permesso la conservazione di rarissime specie vegetali. Degli 850 tipi di piante presenti, infatti, 283 non crescono in nessun altro luogo al mondo. Tra queste, il fico di Socotra, simile al baobad, la rosa del deserto e numerose piante grasse.

LUNGO LA COSTA – I 350 chilometri di litorale sono un incessante inseguirsi di faragliosi, falesie e grotte che si alternano a deserte e bianchissime distese di sabbia corallina disegnate da dune alte fino a quaranta metri. Sulle spiagge nidificano colonie di uccelli e depositano le uova centinaia di tartarughe, mentre i fondali di acqua cristallina sono popolati da delfini e miriadi di pesci multicolori.    

VERSO L’ENTROTERRA
- Se ci si spinge nell’entroterra, il paesaggio cambia completamente. Si aprono alla vista montagne di calcare e picchi di granito, caverne e fiumi, cascate e canyon. ? qui che i pastori d’origine araba hanno costruito le loro  abitazioni di sassi e fango. Convivono con i pescatori di provenienza africana che  vivono però in case in corallo lungo la costa. Di alberghi nemmeno l’ombra. Chi decide di visitare Socotra pernotta in funduq e in tenda. Per non turbare il delicato equilibrio di questo eden fortunatamente non ancora violato dal turismo di massa.

  • DA SAPERE

  • FUSO 
  • + 2 ore rispetto all'Italia; + 1 quando vige l'ora legale.

  • DOCUMENTI
  • Passaporto con almeno 6 mesi di validita'.

  • QUANDO ANDARE
  • Il periodo migliore va da febbraio a maggio.

  • CON CHI ANDARE
  • I Viaggi di Maurizio Levi propone viaggi di otto giorni a partire da 1.780 Euro, in pensione completa.
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati