Viaggi

Nei Cotswolds, rifugio reale

Viaggio nella quintessenza della campagna inglese, regno della regina Elisabetta

Nell'anno del Diamond Jubilee di Elisabetta II e della Londra "olimpionica", vale la pena ritagliarsi del tempo per vivere il vero british style nei luoghi più amati dalla famiglia reale e dagli inglesi, i Cotswolds. Sono la quintessenza della campagna inglese, la più estesa delle aree protette del Regno Unito. A neppure un'ora e mezzo di auto dalla capitale, sono la meta ideale per il weekend, la preferita dell'upper class londinese, giovani rampolli di buona famiglia, scrittori, rockstar in cerca di fascino Old England e angoli esclusivi di natura e privacy. E infatti qui sono di casa celebrities come la modella Kate Moss, che un anno fa è venuta a sposarsi tra queste colline, ma anche Kate Winslet, Hugh Grant, Stella McCartney, la cantante Sade e il bassista dei Coldplay Guy Berryman, il primo ministro Dave Cameron e l'artista Damien Hirst. Ma su tutti il principe Carlo, il primo ad avere lanciato la tendenza, e la coppia Kate e William.

NELLA TERRA DEI WOLDS - La regione è disegnata da dolci colline ondulate (i wolds), boschi di faggio e prati verdissimi che in primavera diventano un manto giallo di colza, arboreti del National Trust, villaggi medievali color miele, alcuni fatti di appena una manciata di cottage, pascoli, corsi d'acqua, laghi e stagni, residenze secolari e tipici pub, che si estende fra le cittadine di Stratford-upon-Avon, Bath e Oxford. La regione deve il proprio sviluppo ai ricchi mercanti lanieri del Medioevo. Sono stati infatti loro con la ricchezza generata dalla produzione e commercio di una lana rinomata in tutto il Regno e fuori, a lasciare grandi chiese, mura in pietra, costruite per contenere le greggi, che hanno influito sull'architettura del paesaggio, ma sopratutto eleganti dimore e residenze di campagna, le manor house. Grazie alla tutela delle Belle Arti, la costruzione di edifici moderni è limitata, il panorama è così preservato. Ecco perché i Cotswolds sono un ambito rifugio.

A TETBURY DA CHARLES - Carlo e la moglie Camilla sono una presenza costante nel cuore del Gloucestershire, a Highgrove. Nella tenuta che ha riacquistato nel 1980 e trasformato in residenza principale, Charles ha messo in pratica una delle sue più grandi passioni, il giardinaggio. In alcuni periodi dell'anno, fra aprile e ottobre, è concesso godere (solo su prenotazione) le naturali architetture dei giardini che ha sviluppato con la collaborazione di Miriam Rotschild all'insegna della biodiversità, compreso l'orto. La lista d'attesa per le visite è molto lunga, ma si possono scoprire i sapori rigorosamente di agricoltura biologica, dalla frutta ai formaggi, ma anche marmellate, biscotti, prodotti dal principe Carlo nella sua Duchy Home Farm, nei pressi di Highgrove House, in vendita nello spaccio della fattoria, Veg Shed, o da Highgrove Shop, aperto dal Principe di Galles un paio di anni fa nella vicina Tetbury: il ricavato è devoluto alla fondazione no-profit di Carlo, The Prince's Charities Foundation, volta a sostenere progetti ambientali. Antico centro laniero, Tetbury è una cittadina di poco più di cinquemila abitanti e con 1300 anni di storia,la più trendy nei Cotswolds, che la rivista Country Life ha votato fra i posti migliori dove vivere in Gran Bretagna. La si attraversa a piedi, le vie sono una manciata in tutto, lungo la principale Long street, dove si trova anche Highgrove Shop, Church Street e Chipping Street si scoprono le botteghe antiquarie per cui è rinomata. Anche William viene a trascorrere il weekend a Highgrow House, dove ritrova i ricordi d'infanzia dei momenti vissuti con la madre Diana.

DA EWEN A THE LAKES - Può capitare di incontrarlo con gli amici da Wild Duck, il suo pub preferito, a Ewen, nella campagna nei pressi di Cirencester. La cittadina fondata in epoca romana è rinomata per ospitare il prestigioso Cirencester Park Polo Club. In pochi chilometri in auto, attraverso un paesaggio da cartolina alla James Ivory, con pascoli infiniti di pecore e mucche, fattorie con le facciate tappezzate di edera, cottage in pietra arenaria locale avvolti nel silenzio della campagna, e le miriadi di fagiani che si incontrano e volano pericolosamente bassi, si arriva a Bibury e Arlington Row, sul fiume Coln, una strada piccola ma tra le più note d'Inghilterra, l'immagine stessa dei Cotswolds: un grappolo di cottage in pietra del XIV secolo, oggi di proprietà del National Trust, costruiti in origine come ovili, poi, dal XVII secolo, case dei tessitori. A qualche chilometro appena di distanza, compreso tra le cittadine di Lechlade on Thames e Fairford, offre un esempio di architettura contemporanea, invece, The Lakes, nuovo complesso residenziale progettato da Philippe Starck: 150 ville dal design sofisticato e lusso sostenibile, completamente mimetizzate nella natura.

TRA ANTIQUARI E PROFUMI SOVRANI - Poco più a nord, la cittadina di Bourton-on-the-Water offre un altro tuffo nello stile aggrappato al tempo dei Cotswolds, con i cottage in arenaria locale, molti con più di trecento anni di storia, alcune case addirittura d'epoca elisabettiana, il corso d'acqua su cui si affaccia ed è attraversato da piccoli ponti: un perfetto mondo in miniatura. È qui che la famiglia reale, da Her Majesty al principe Carlo, e tanti vip, compreso Elton John, vengono a farsi fare profumi e fragranze personalizzate. Nell'antico centro si trova infatti la Cotswold Perfumery, una delle poche profumerie indipendenti e fra le più prestigiose al mondo, quartier generale del rinomato naso John Stephen. La vicina Stow-on-the Wold, poco più a nord verso Moreton-in Marsh, è un vivace centro, con gallerie d'arte, corti interne su cui si affacciano piccoli negozi di moda e pub. In epoca remota era famosa per la lana, oggi è invece rinomata per le sue botteghe di antiquari dove trovare mobili e pezzi d'arredo unici al mondo. Come da Sean & Simon Clarke, specializzato in mobili da viaggio dal diciottesimo secolo a epoche più recenti: fra i suoi clienti, Orlando Bloom e Jeremy Irons. 

TRA VIP, LEGGENDA E REGALITÀ - Un altro angolo di campagna inglese reale si trova a Winchcomber, dalle parti di Cheltenham: Sudeley Castle, l'unica residenza privata in campagna. Oggi appartiene a Lady Ashcombe, ma un tempo ci abitava la Regina Katherine Parr dopo il matrimonio con Sir Thomas Seymour, ma vi hanno dimorato anche Enrico VIII e Anna Bolena, Elisabetta I e Carlo I. Leggenda vuole che il castello, comprese le stanze private abitate da Lady Ashcombe, visitabili dal pubblico solo su prenotazione, sia infestate di fantasmi. Ma è qui che Kate Moss ha dato il suo party di nozze, e Hugh Grant era venuto a rifugiarsi dopo lo scandalo che qualche tempo fa lo aveva coinvolto a Los Angeles. Un altro assaggio di ospitalità reale lo offre Sennowe Park, la residenza che Thomas Albert Cook, figlio maggiore di Thomas Cook, si fece costruire a inizio secolo scorso a Guist, una sperduta località immersa nella pace della campagna del Norfolk. La dimora in stile edoardiano fu progettata dall'architetto George Skipper, considerato il Gaudì di Norwich. Si trova a mezz'ora di strada da Sandringham, residenza della regina, e i suoi ultimi proprietari Virginia e Charles Temple-Richards accolgono gli ospiti (fino a 12 in tutto) nelle stanze e in un'atmosfera old English style, set anche di servizi di moda e produzioni cinematografiche (sennowepark.com). A Nether Westcote, nell'Oxfordshire, con vista sulla valle di Evenlode ci si siede ad una delle tavole preferite da William. Gli interni del locale sono un mix di design contemporaneo e classico di campagna stilizzato, come caminetti e sedute realizzate con selle di cavallo. Vietato chiedere informazioni sui clienti reali del posto, impossibile scucire la benché minima indiscrezione. In fondo i Cotswolds piacciono proprio per il carattere riservatissimo. 


  • DA SAPERE 

  • DOVE DORMIRE
  •  
  • Old Swan & Minster Mill (Old Minster, Minster Lovell, Witney, Oxfordshire, tel. 0044.1993.774441; oldswanandminstermill.com. Tariffa: da 165 sterline).Camere e suite in stile rustic-chic, ristorante gourmet frequentato da reali e celebrities, in un villaggio che vanta origini sassoni, la dimora sul fiume Windrush ha più di cinque secoli di storia: ha ospitato dal Re Riccardo III a Winston Churchill. 

  • Sudeley Castle Cottages (Winchcombe, Gloucestershire, tel. 0044. 1242.602308; sudeleycastle.co.uk. Tariffa: da 200 sterline). All'ingresso della proprietà, tra il castello e il villaggio di Winchcombe, si può dormire in caratteristici cottage in pietra locale (self catering) nel complesso di una decina di abitazioni da poco inaugurato da Lady Ashcombe. 

  • PER INFORMAZIONI 
  • Visit Britain  
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati