Mosca, regina della notte

Vivere la capitale, dove batte il cuore della Nuova Russia

News - Viaggi
Club ultrachic, lounge con vista a 360° sulla città e vecchi bar che servono 400 tipi di vodka. Tutti - o quasi - rigorosamente aperti ventiquattr’ore su ventiquattro. Perché a Mosca l’ultima frontiera di numerosi locali, ristoranti e negozi è quella di non chiudere mai. Visitati i musei, la Piazza Rossa, la chiesa di San Basilio e fatto un giro in battello sulla Moldava, il tour alla scoperta della capitale russa è tutt’altro che finito. Anzi, il bello deve ancora venire.

NOTTI DORATE - È infatti verso sera, quando mille luci illuminano i 160 metri della Shukov Tower, che la città si accende. Per godersi una panoramica a 360° bisogna sedersi di fronte alle vetrate dello Sky Lounge, il lussuoso bar ristorante al ventiduesimo piano dell’Accademia delle Scienze. Vista (e prezzi) vertiginosa anche allo O2 Lounge, locale tutto cristalli all’ultimo piano del Ritz-Carlton: da qui, mentre un sommelier serve 400 tipi di vodka, lo sguardo spazia sulla Piazza Rossa e i pinnacoli del Cremlino. Cascate ed enormi specchi arredano l’esclusivo ristorante Rai, sofà neri e lampadari dorati fregiano il Bon, risto-club in stile Nuova Russia tra i più in, disegnato da Philippe Starck.

PER TUTTE LE TASCHE
- Decisamente più abbordabile, se si ha fame nel cuore della notte, lo Starlite Diner È l’indirizzo giusto per un hamburger, chili e tortilla. Chiudono solo dalle 6 alle 11 i ristoranti giapponesi della catena Yakitoria Per tentare la fortuna, c’è il casinò Golden Palace anche questo aperto 24 su 24. A pochi passi dal Cremlino, invece, la libreria Respublica è un must per i bibliofili insonni, sempre open come l’Internet point Net Land

PER TIRARE L’ALBA
- Se durante il giorno si è fatto shopping nella Tretyakovsky Proezd, la strada del lusso, per uscire la notte non serve nemmeno cambiare zona. Tra gli altri, il Vogue Café, dal design eurochic, il Red Bar, pianobar al ventisettesimo piano grattacielo Bashnya. Nel quartiere degli affari, si beve il Nasha Mary, versione russa del Bloody Mary con rafano russo e sciroppo di miele, al City Space Bar, al trentaquattresimo piano dello Swissôtel Krasnye Holmy.
  • DA SAPERE

  • FUSO
  • + 2 ore rispetto all’Italia.

  • DOCUMENTI
  • Passaporto con almeno sei mesi di validità e visto.

  • COME ARRIVARE
  • Si vola da Milano-Malpensa con KLM

  • PER INFORMAZIONI
  • Ente del Turismo russo
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati