Viaggi

Le incoerenze di Sanremo 2010

Vince la musica televisiva, i giovani sono "invisibili" e il web fa da arbitro sul palco dell'Ariston

Doveva essere il Sanremo del web, ma non è stato così visto che la Rai ha fatto subito rimuovere i video del Festival da YouTube, incluse le fantastiche parodie che affollano la rete. Copyright o censura? A viale Mazzini si predica bene e si razzola mai, perché Internet continua ad essere soltanto una cornice di tutto l'ambaradan festivaliero. Nei fatti non è stato così, perché mai come quest'anno il Festival di Sanremo è stato commentato dal PC, da Facebook a Twitter, e questo ne conferma l'interesse dei giovanissimi. Mentre nei social network prosegue la rivolta contro i trucchi del televoto, crediamo all'unanimità che questo sia stato un festival tutto al femminile: Malika Ayane, vincitrice morale, seguita da Irene Grandi, Noemi e Irene Fornaciari.

GIOVANI INVISIBILI - Il vero fallimento di questa edizione è stata la categoria Nuova Generazione, perché i giovani dell’Ariston sono stati invisibili. Messi in secondo piano dal palinsesto – a loro è toccato cantare a ridosso della mezzanotte – hanno deluso le aspettative. A parte Nina Zilli, con qualche tentativo degli esclusi Romeus e la Fame di Camilla, abbiamo ascoltato la solita filastrocca. Nei big è avanzata la musica televisiva, quella dei talent show – Valerio Scanu e Marco Mengoni -  e ci può stare a patto che ci sia coerenza. Il pupilo di Maria de Filippi e il principino di X Factor avrebbero dovuto gareggiare tra i Giovani, non solo per rinfoltire il valore della categoria, ma soprattutto per rientrare in un percorso che delinea meglio il confine tra le diverse proposte musicali. Non è stato così ed è successo il patatrac.

SANREMO TRA IERI E DOMANI - E la memoria? Quella deve starci, ma in una nuova prospettiva. La via c'è stata indicata da Elisa, nell'emozionante interpretazione di Canzone per te del dimenticato Sergio Endrigo. Invitare i volti nuovi della musica italiana a ricantare ed incidere le canzoni cult del Festival di Sanremo ci aiuterà a far riavvicinare all'Ariston il pubblico di domani, che sbadiglierà di fronte ad Antonella Clerici, ma si aspetta uno show più smart e dinamico. La generazione di YouTube chiede giustizia, visto che Morgan è stato squalificato, ma Pupo & il Principe – che hanno infranto il regolamento cambiando un verso della canzone – sono ancora lì che troneggiano, ma bersagliati in ogni angolo del web.
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati