Il dolce sorriso di Palm Beach Resort

Alle Maldive, sull'isola Madhiriguraidhoo, la semplicità del benessere

Acque calde e cristalline, temperatura costante sui 30 gradi, palme e sabbia bianchissima. Non è solo uno stereotipo. Alle Maldive il benessere passa attraverso questi elementi naturali. Se poi si aggiunge tranquillità e semplicità di stile si arriva dritti al Palm Beach Resort, situato sull'isola Madhiriguraidhoo, nell'atollo di Lhaviyani. Una volta qui abbandonare le scarpe è d'obbligo, tanto si cammina ovunque sulla sabbia.

IL POTERE DELLA SERENITA'
- Qui non c'è animazione invasiva ed è anche per questo che nell'isola Madhiriguraidhoo (a 40 minuti di idrovolante dalla capitale Malè) il tempo scorre lento e rasserena gli animi. "Da un lato la scelta di evitare animazione rende il resort perfetto per chi viene fin qui a rilassarsi o a cercare un angolo romantico nell'azzurro dell'oceano, dall'altro la sua semplicità e le promozioni periodiche avvicinano le famiglie con bambini" dice Ambra della direzione. In questa fusione di natura e benessere, il dolce sorriso del personale (maldiviano o proveniente dal Bangladesh) è una caratteristica che commuove e rende quasi surreale questo piccolo mondo liquido. "Il personale è giovane e formato direttamente all'interno perché possa fare accoglienza con professionalità, ma soprattutto autenticità" continua Ambra. Un'autenticità che si ritrova anche nel design del resort, visto che Giacomo Angelucci, l'architetto che lo ha progettato, ha voluto che si integrasse il più possibile con il luogo che lo ospita.

ACCOMODATION - Le 118 case in stile maldiviano si possono osservare l'una accanto all'altra lungo i 2 km di circonferenza dell'isola facilmente percorribili a piedi o con le golf-car. Sono divise fra Junior Suite Sunrise side (60m2), Junior Suite Sunset side (60m2), Villas (80m2), Suites (100m2), Presidential Suites (300m2), tutte con grande stanza da letto, spogliatoio, salottino, e ampio bagno con doccia all'aperto. Lontane dal lusso che caratterizza ormai quasi del tutto i resort delle Maldive, le semplici case sono per la maggior parte affacciate sul mare a una distanza di pochi metri dalla riva, hanno il tetto di paglia e sono arredate con mobili in legno massiccio realizzati a Bali. La facciata anteriore ha una terrazzina con tettoia e pavimento in legno, dove godersi la veduta del mare e del cielo, mozzafiato in serata.

PRANZO E CENA - Per mangiare i ristoranti sono quattro, tutti di alta qualità: il Dhandehelu Restaurant (compreso nell'all inclusive) è a buffet e offre una cucina prevalentemente italiana; gli altri tre solo su prenotazione e a pagamento, sono molto romantici. All'Ihi Ghe si assapora l'aragosta direttamente con i piedi nella sabbia a due passi dalla riva e con la sola luce delle candele; il Romantic Restaurant e il Candle Light, si trovano su uno pontile da cui guardare il mare e le stelle. Dedicati allo sport sono poi il campo da tennis, uno da calcetto/basket, una sala squash, ping pong, un campo da calcio e uno da beach volley.

COME DIMENTICARE - Tornare alla realtà dopo una settimana maldiviana è un'impresa dura. Come dimenticare? D'altronde lo spettacolo in mare saluta gli ospiti in partenza con fiaccole che illuminano il messaggio di fuoco "non ti scordare di noi"!

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati