Disastro ecologico, Golfo del Messico

Golfo del Messico, è eco-disastro

La marea nera minaccia ora il delta del Missisipi

Migliaia di delfini intrappolati, centinaia di pellicani incatramati. Sono le prime vittime di un eco-catastrofe destinata ad assumere nei prossimi giorni dimensioni devastanti.

Avanza minacciosa e inesorabile la densa macchia di petrolio fuoruscita dalla piattaforma petrolifera sprofondata alcuni giorni fa al largo del Golfo del Messico. Dopo aver danneggiato la vita marina nelle acque messicane, ora ha raggiunto le coste della Louisiana minacciando di distruggere l’ecosistema delle paludi del delta del Missisipi.

Nonostante gli sforzi degli Stati Uniti, la marea nera continua la sua corsa: lunga 130 chilometri, ha già contaminato 70mila chilometri quadrati di superficie, e ci vorranno almeno 50 anni per smaltire gli effetti del disastro sulle aree protette della zona. Quanto ci vorrà invece perché l'uomo ne provochi un altro?

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati