Capodanno a San Pietroburgo

In Russia, per salutare il nuovo anno nella città  di Pietro il Grande

Non perde fascino e l'appeal di elegante capitale dell'architettura e dell'arte zarista San Pietroburgo. Distribuita su un centinaio di isole e canali della Neva, la seconda città della Russia per dimensioni e popolazione, merita di essere ammirata durante i mesi invernali, quando la neve fa risaltare i colori pastello degli enormi edifici, regalando un'atmosfera da fiaba.

Vero e proprio museo a cielo aperto, il centro è un mix dei più svariati stili architettonici, dal barocco al neoclassico, dall'eclettismo di fine Ottocento al Liberty degli inizi del Novecento. Ma San Pietroburgo è anche la città dei record: vanta la metropolitana più elegante e profonda del mondo (78 metri) e il museo più grande, l'Hermitage: 24 chilometri di percorso tra le 374 sale, su 50mila mq.

Una metropoli che punta in "alto" quindi. A partire dall'ambiziosa Okhta Centre Tower, futuro fulcro della cosiddetta Gazprom City sulla Neva: 396 metri per 67 piani in vetro a forma di spirale, la torre cambierà i colori della facciata 10 volte al giorno. Tutto entro il 2016. E pensare che Pietro I, fondatore della città, aveva stabilito per legge che niente doveva superare in altezza i 30 metri del suo Palazzo d'Inverno!  

  • CON CHI ANDARE
    Adenium-Soluzioni di viaggio propone dal 29 dicembre al 2 gennaio un soggiorno che offre percorsi inediti, a partire da 1.250 Euro a persona, voli, soggiorni in hotel 4 stelle in mezza pensione, inclusi.
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati