Un grappolo di isole di origine vulcanica disposte a semicerchio nell’Oceano
Atlantico fra il Tropico del Cancro e l’Equatore. È l’arcipelago di Capo Verde, estrema propaggine del Continente africano a poco più di 500 chilometri dalle coste senegalesi. Lingue di sabbia finissima, oasi sahariane e distese di pietre vulcaniche che si alternano a valli verdeggianti, rendono queste dieci isole non meno affascinanti dei paesaggi africani continentali. Ma vale la pena di andarci anche solo per incrociare lo sguardo dei locali, accoglienti e sempre sorridenti. E per il silenzio, assoluto e avvolgente, che regna su tutto, interrotto solo dal costante sibilo del vento e dal fragore delle onde del mare.

BOA VISTA - È la più vicina all’Africa. Il nome, che letteralmente significa “Bella vista”, deriva dall’espressione di sollievo usata dai marinai portoghesi quando l’avvistarono nel 1460. Terza per estensione e meno popolata tra le dieci sorelle, è la preferita dagli amanti della natura selvaggia e degli sport acquatici, in particolare del windsurf e del kitesurf. I fondali, disegnati da grotte e pareti vertiginose popolati da pesci tropicali e atlantici, sono invece un autentico paradiso per gli appassionati di immersioni. Escursioni in fuoristrada, quad o a cavallo, permettono di attraversare il Deserto do Viana e le dune del Morro de Areia che s’inseguono fino al mare. Nell’entroterra, ci si perde nell'atmosfera rarefatta dei caratteristici villaggi dalle case basse e colorate in stile coloniale, tipiche anche di Sal Rei, il capoluogo, dislocata sulla costa nord-ovest, dove vive la maggior parte della popolazione.

ILHA DO SAL - Piatta, brulla e per lo più desertica, Sal ha cambiato nome (si chiamava appunto Ilha Llana, isola piatta) dopo la scoperta dei depositi di sale che nel XX secolo hanno dato inizio all’economia del luogo. È conosciuta soprattutto per la spiaggia di Santa Maria, la maggiore località turistica: otto chilometri di sabbia bianchissima dove rilassarsi e crociolarsi al sole, che si allungano in un mare blu cobalto. Attrezzata per la pratica di ogni genere di sport sull'acqua, è frequentata e apprezzata in particolar modo dai surfisti: battuta dal vento in ogni momento dell'anno, è infatti uno dei migliori luoghi al mondo per sfidare le onde con la tavola. E sentirsi padroni dell'Oceano.

  • DA SAPERE

  • FUSO
  • - 2 ore rispetto all’Italia; -3 quando vige l’ora legale.

  • DOCUMENTI
  • Passaporto con almeno 6 mesi di validità e visto turistico.

  • LINGUA
  • Portoghese, creolo.

  • MONETA
  • Escudo di Capo Verde.
  • QUANDO ANDARE
  • Qualsiasi stagione è adatta: la temperatura media si aggira intorno ai 25°C, non scende mai sotto i 20°C e non supera i 32°C. 

  • PER INFORMAZIONI
  • Ufficio del Turismo di Capo Verde 
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati