Buenos Aires, città tanguera e del design

Ipnotica e imprevedibile, la capitale argentina non si è persa nel tango

Francis Ford Coppola se ne è innamorato e l'ha scelta come set del suo ultimo film, Tetro, nelle sale italiane dal 20 novembre con il titolo Segreti di famiglia. "Tra me e Buenos Aires è stato amore a prima vista: è una città elettrizzante e imprevedibile che non finisco mai di scoprire" confessa il noto regista di origini italoamericane, stregato dalla capitale argentina già anni fa, quando vi sbarcò in occasione del Festival del cinema. Ipnotica, vitale e vibrante, la prima città del Paese risveglia passioni ed energie, alla faccia di quanti pensano che il tango sia solo sinonimo di malinconia.

UN GIRO DI TANGO - Al contrario, il ballo più passionale che esista, nato proprio qui nell'ultimo ventennio del XIX secolo e ritmato dall'inconfondibile voce di Carlos Gardel, sta vivendo una vera e propria rinascita: in ogni angolo della città è possibile prendere parte a lezioni, milongas e assistere a spettacoli. Ma il vero tango si balla a La Boca, lungo il Caminito, la via più turistica. Barrio tanguero anche Barrancas. Impedibile uno spettacolo di tango nello storico Café Tortoni, a Microcentro. Per gustarsi la vita notturna la zona giusta è invece Palermo Viejo: l'intero quartiere tra l'altro è stato protagonista di un vero e proprio rinascimento, che ha visto aprire oltre a locali, anche gallerie e boutique. Gli indirizzi dello shopping elegante sono invece Retiro e Recoleta, il più chic dei 48 barrios ufficiali che formano la capitale.

CITTÀ DEL DESIGN
- Nominata "Città del design" al pari di Montréal e Berlino, negli ultimi anni Buenos Aires ha attirato artisti, cineasti, designer e pubblicitari che hanno deciso di trasferirsi qui per dar sfogo alla loro creatività. Ma non mancano gli interventi di firme di fama mondiale. Tra gli esempi più "vistosi" spicca il ponte De la Mujer, che non passa di certo inosservato. Progettato dal celebre architetto spagnolo Santiago Calatrava, è aperto solo ai pedoni e si trova alla Banchina 3 di Puerto Madero, il quartiere più nuovo, sede di lussuosi loft, moderni uffici e ristoranti alla moda. E se è vero che la città ha vissuto la sua epoca d'oro negli Anni Venti, in Plaza de la Republica il gigantesco Obelisco di 67 metri costruito in un solo mese ricorda che la città non ha perso il suo smalto.
  • DA SAPERE

  • FUSO
  • - 4 ore rispetto all’Italia.

  • DOCUMENTI
  • Passaporto in corso di validità.

  • QUANDO ANDARE
  • Tutto l'anno.

  • DOVE DORMIRE

  • CasaSur Art Hotel 
  • Boutique hotel alla Recoleta.

  • Alvear 
  • Un'istituzione. Da non perdere il lunch nell’Orangerie.

  • CasaCalma 
  • Hotel-benessere dall’ambiente chic ed ecologico. Solo 18 stanze.

  • DOVE MANGIARE
  • El Obrero
  • Trattoria popolare dal sapore anni Cinquanta alla Boca.

  • La Cabrera
  • Carne alla parrilla a Palermo Viejo.

  • COME ARRIVARE
  • Iberia collega la capitale argentina via Madrid.

  • PER INFORMAZIONI
  • Ente Ufficiale Turismo Città di Buenos Aires
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati

Correlati:

www.iberia.com/offerte-voli/Buenos-Aires/
www.argentinaonline.it/