Budapest, la testa e il cuore

La capitale ungherese affascina per le terme liberty, gli hotel di lusso e i locali alternativi

News - Viaggi
Da una parte il cuore, dall'altro la testa. Da un lato lo shopping, i locali, la vita notturna, dall'altro i musei, i parchi, le terme. A prima vista sembra che il Danubio non divida solo Buda e Pest, le due città che, insieme, formano la capitale ungherese, Budapest, ma divida quasi due mondi, due realtà distinte che però solo insieme hanno un senso d'essere. Perché in realtà testa e cuore si mescolano allegramente sull'una e sull'altra sponda. Vediamo come.

LO SPIRITO SULLA GROTTA - Prendiamo la collina del Castello, il cuore di Buda. Con i musei, i palazzi imperiali, i giardini... Accanto alla chiesa di Mattia Corvino e al Bastione dei Pescatori, sempre affollati di turisti, l’Hilton Budapest Hotel custodisce un luogo unico che pochi conoscono dove si può fare un’emozionante immersione nel più autentico spirito ungherese. Spirito alcolico, ovviamente, vista la stagione. Sotto l’antico chiostro dei domenicani, inglobato nell'hotel e interamente restaurato con fondi di bottiglia, si sviluppa un sistema di grotte usate come cantina per degustazioni. Esperti enologi guidano alla conoscenza degli eccellenti vini ungheresi e di 30 diverse varietà di pálinka, la tipica grappa a base di frutta. Sempre a Buda ci sono poi due dei più importanti complessi termali della città. Ed è impossibile visitare Budapest senza mettere piede alle terme. Imponenti le Gellért, in un magnifico edificio liberty sotto l'omonima collina, ma l’esperienza più intensa si può provare alle Rudas un paio di km più a nord, sempre sul lungofiume, nella piscina ottagonale costruita dagli ottomani nel 1566. Al mattino i raggi del sole entrano dai fori a vetri colorati della cupola creando fantastici effetti di luce. Per un'esperienza di coppia bisogna invece aspettare il venerdì o il sabato dalle 22 alle 4 del mattino, quando l’ingresso è misto. A Pest ci sono invece le terme Széchenyi, nell'omonimo parco urbano a due passi dalla storica Piazza degli Eroi.

SHOPPING & NIGHTLIFE - Dato che abbiamo varcato il fiume, ecco che da Piazza degli Eroi possiamo camminare lungo i due km dell'aristocratica Andrassy utca, di impronta ottocentesca, una delle grandi vie dello shopping di Pest. L'altra è Váci utca, asse degli antichi quartieri medievali alla cui estremità sud si trova il Mercato Coperto, per uno shopping goloso di prodotti locali, come i sopraffini vini bianchi Tokaj o per un gulash preparato sul momento nelle tavole calde del primo piano. A metà circa di Andrassy utca, attorno al Teatro Lirico, si stende invece la cosiddetta Broadway di Pest, il cuore della vita notturna. Locali, bar, nightclub si susseguono quasi porta a porta. Molto frequentato dai giovani è l’Instant al 38 di Nagymezö utca: tre cortili coperti, bar, sale da musica, piste da ballo, décor psichedelico e clima assolutamente informale. Perfetto per tirar tardi nelle lunghe notti ungheresi.

IL CAFFE' IN CIMA AL MONDO - Sempre partendo da Piazza degli Eroi si può infine andare alla scoperta del lato più dolce della città, quello legato alla sua tradizione gastronomica. Il ristorante e pasticceria Gundel è una vera istituzione, in un ambiente che ha mantenuto intatte le sue caratteristiche di inizio '900. Vicino alla cattedrale si può invece entrare nella pasticceria Gerbeaud e capire perché Budapest è stata spesso preferita a Vienna dagli stessi sovrani asburgici. Ma per un tocco di autentico stile italiano bisogna invece andare al Café New York dell’Hotel Boscolo, definito dalla guida americana www.ucityguides.com il più bello del mondo. Il meglio della gastronomia italiana a Budapest si chiama però Fausto’s. Si tratta del locale creato e gestito dallo chef friulano Fausto Di Vora, da 20 anni a Budapest. Nel suo nuovissimo locale al n 5 di Doháni utca, a due passi dalla Grande Sinagoga, la scelta può variare tra il ristorante vero e proprio e l’Osteria, per pranzi o cene più easy, ma non meno raffinati. Con una superba carta di vini italiani e ungheresi.

  • MANGIARE E DORMIRE 

  • Sofitel Budapest 
  • Chain Bridge Roosevelt tér 2, tel. 0036.12351234 www.sofitel-budapest.com 
  • Centralissimo, a Pest, di fronte al Ponte delle Catene. Perfetto per muoversi in tutta la città. 

  • Leroy Bistro 
  • Alkotás utca 53, tel. 0036.14875418 www.leroybistro.hu 
  • Bel localino, vicino al Centro Congressi, ottimo per un brunch. Cucina fusion all’ungherese. 

  • Meseautó (tel. 0036.707725300 www.historylimousine.com), specializzato in tour urbani con auto d’epoca.
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati