Lisbona, Portogallo

A spasso per Lisbona

Fine settimana sul Tago tra locali e musei

Tra le capitali più economiche d'Europa, Lisbona conquista per la vitalità della gente e la sua cucina saporita. Senza dimenticare i nuovi poli dell'arte e della cultura, su cui la città ha di recente investito. Da vedere c'è davvero tanto, dall'elegante quartiere Chiado ai popolari Alfama e Bairro. E ancora, dal quartiere di Bélem ai musei vecchi e nuovi, alla movida nella giovane zona dei Docas.

TRA VECCHIO E NUOVO - Emblema della Lisbona che cambia è il Ccb disegnato, da Manuel Salgado e Vittorio Gregotti a Belém, il quartiere sulle rive del Tago: un enorme centro culturale consacrato a musica, teatro e incontri letterari. Imperdibile il Museu Colecção Berardo Arte Moderna e Contemporânea, con una delle raccolte più ricche d'Europa: oltre 860 opere di Picasso, Miró, Dalí, Duchamp, Magritte, Modigliani, Warhol e altri maestri contemporanei. In un ex convento francescano, il Museu do Chiado raccoglie invece arte moderna e contemporanea portoghese.

IL MEGLIO DEI MUSEI - L'ultimo è il Mude, il museo del design e della moda che ha riaperto nel 2009 in un palazzo dell'elegante rua Augusta, nel cuore della Baixa. In centro Vera Cortês è il punto d'incontro di curatori e collezionisti a caccia di artisti emergenti. In rua Cintura Exterior do Porto de Lisboa, il Colonial Club è un capannone portuale trasformato in showroom, con pezzi di design e quadri di artisti portoghesi. A pochi passi, il Museu Nacional de Arte Antiga oè sede della più vasta collezione di artisti lusitani di tutto il Portogallo.

I DOCAS - La movida? È al porto dove i magazzini fluviali sono stati riconvertiti in locali e ristoranti, che propongono piatti  a base di pesce e crostacei a ottimi prezzi. Il Doca 6 e l'Op Art Café per citarne due. Si balla al BBC, ristorante e discoteca con ampie vetrate vista Tago. In zona Alcântara si può provare il Kais, ricavato da un'ex fabbrica. Originale il vicino Espaço Lisboa, un'officina navale trasformata in ristorante gourmet. 

Per vivere al meglio la città, vale la pena di munirsi della Lisboa Card, che permette di entrare gratis in 26 musei e circolare liberamente sui mezzi pubblici (27 Euro per 48 ore). Esiste poi il Taxi voucher, una carta prepagata per spostarsi a tariffe ridottissime da comprare in aeroporto.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati