A Puno per la Virgen de la Calendaria

In Perù la santa patrona si festeggia tra balli folcloristici e bande di musicisti

È una festa lunga 18 giorni quella che ogni anno, in febbraio dall'inizio del mese, anima le strade di Puno per le celebrazioni della Virgen de la Candelaria (la Vergine della Candelora). Non per niente la città, adagiata sulle rive del lago Titicaca, è considerata la capitale del folclore peruviano.

Centinaia di gruppi di ballo e bande di musicisti accompagnano la statua della Vergine in una coloratissima processione per le strade della città. Ma è solo l’inizio. I festeggiamenti proseguono per due settimane tra cortei mascherati, balli, stand culinari, concerti, manifestazioni artistiche e fuochi d’artificio. Scenografiche le performance dei ballerini che, nei loro sfavillanti costumi, si esibiscono dall’alba al tramonto in oltre duecento generi di danze tradizionali, dalla morenada, al wuaca wuaca alla diablada.
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati