Asti 17 e lo shopping energetico

Lo shopping può essere energetico?

Asti 17 è una nuova event location dove si scambiano cose ma anche idee

"La funzione principale di una città è di trasformare il potere in strutture, l'energia in cultura, elementi morti in simboli viventi di arte, e la riproduzione biologica in creatività sociale."
Lewis Mumford

Questa la filosofia alla base di Spazio Asti 17, la nuova event location in cui le idee e i progetti - di aziende, brand o designer - riescono ad intessere con il pubblico un rapporto interattivo e partecipato, che si esplica oltre alla vendita dei prodotti in esposizione e che pone al centro sostenibilità, cooperazione e scambio, concetti fin troppo astratti ma declinati nel concreto nello spazio polifunzionale. Mostre di eco artisti ed eco designer, esposizioni mercato di artigianato, temporary shop e outlet, workshop, corsi e serate a tema sono solo alcuni degli eventi che prenderanno vita ad Asti 17, modificandolo di volta in base alla tipologia dell'iniziativa.

Realizzato all'interno di un'ex autoffiina, lo spazio appare come un loft californiano con un'eleganza minimal chic e un accento eco, evidenziato dall'uso di materiali e opere di riciclo. Uno spazio permamente di Asti 17 è riservato alla Swap Boutique, regno dello Swap, il baratto cheap and chic di abiti, oggetti design e accessori, griffati o meno, a cura dell'Atelier del Riciclo, che tanto successo ha riscosso e continua riscuotere a Milano. 

Riccardo Grazioli, Art Director di Asti 17, pone l'accento proprio sulla dimensione dello scambio: "Oggi giorno tutto è un grande do ut des finalizzato al profitto e al business. La cosa bella di esperienze come lo Swap Party è proprio il potenziale sviluppo di tale concetto di scambio: si parte con oggetti materiali e in divenire si potrà, spero, barattare idee, culture, pensieri e spunti creativi. Credo si debba investire in questo shopping alternativo e molto energetico."

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati