Indovina chi viene a cena?

Trionfale inizio di stagione al Manzoni con Gianfranco D'Angelo e Ivana Monti

SENTIMENTI E PREGIUDIZI - Tratto dal testo di William Arthur Rose e ricavato dall'omonimo film di successo di Stanley Kramer che ebbe come protagonisti Spencer Tracy, Katharine Hepburn e Sidney Poitier, Indovina chi viene a cena? è in scena al Teatro Manzoni fino al 5 novembre. In una scenografia squisitamente moderna, in grado di ricostruire sapientemente i modi e le fattezze di una famiglia borghese di idee liberali, si svolge la contrastata decisione di un papà che in poche ore deve dare il consenso al matrimonio della figlia con un medico molto importante… ma con la pelle nera! I dialoghi vivaci, la cura per tutti gli angoli del palcoscenico, le scale, la piscina e le luci sono i contorni di uno spettacolo frizzante e dai toni morbidi, che affronta con delicatezza e un pizzico di ironia il tema dei pregiudizi razziali. Il dissidio più che familiare è quasi tutto interiore, presentato e magistralmente vissuto da Gianfranco D'Angelo, papà della promessa sposa.

MESSA IN SCENA VINCENTE - Il tocco del regista Patrick Rossi Gastaldi è una pennellata briosa nella guida di una recitazione autentica e simpatica; la scelta degli attori risponde fedelmente ai contenuti del testo: Tilly, la Tata nera, il medico ed i genitori invitati a cena sono tutti all'altezza dei ruoli. Maestro sulla scena e tessuto connettivo dello spettacolo è il prete cattolico, che parla col cuore ed indirizza, tra un bicchiere d'alcool e l'altro, le scelte dei genitori verso un lieto fine della storia. Il  padre così si convince di non avere alcun diritto di opporsi alla felicità di due persone che si amano, e che nel loro amore hanno già la forza per vincere l'incomprensione e i pregiudizi dell'ambiente. Poco convicente Emanuela Trovato. Grande interpretazione per Timothy Martin, Howard Ray e Fatima Dembele. Impeccabile Gianfranco D'Angelo che regala al Manzoni una breva prova interpretativa e naturalmente Ivana Monti, raffinata signora del palcoscenico.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati