Stagione 2011/2012 Teatro degli Arcimboldi - Milano

I mille volti degli Arcimboldi

Il Teatro compie 10 anni e propone un poliedrico calendario. Attesi James Taylor, Nicola Piovani, Antonio Albanese e gli spettacoli Zelig

Considerato per anni "la Scala bis", il Teatro degli Arcimboldi si è guadagnato col tempo un posto di rilievo in ambito milanese e nazionale. Con le sue 2.346 poltrone vanta più di 250mila presenze ogni anno. "C'è un'energia particolare in questo luogo, un'energia che molti teatri milanesi non hanno" - sostiene la regista Andrée Ruth Shammah - "Nonostante gli ampi spazi, si percepisce un armonico rapporto palco-sala".

La stagione 2011/2012 ruota attorno a tre grandi temi: la danza, la comicità e la musica. Una trentina gli appuntamenti in calendario fino a maggio. Sul palco salgono numerosi cantanti, tra cui Mario Biondi (21 ottobre), Raf (28-29 ottobre), Ivano Fossati (9 novembre), James Taylor (16 marzo) e la giovane rivelazione sanremese Raphael Gualazzi (12 dicembre). Nicola Piovani è l'ospite d'eccezione il 23 maggio con Padre Cicogna, racconto sinfonico di Eduardo de Filippo. Il teatro della Bicocca rinnova l'intesa con Zelig: dal 9 gennaio cominciano le riprese per la nuova edizione televisiva. Altri due grandi comici festeggiano l'anniversario del teatro: Antonio Albanese (31 dicembre) e Arturo Brachetti (dal 22 novembre). Grande spazio alla danza classica e moderna: il Russian National Ballet di Mosca porta in scena Lo schiaccianoci (18-19 gennaio) e Il lago dei cigni (20-22 gennaio). Sul filone dei 150 anni dell'Unità d'Italia, ecco un omaggio a Verdi, Rigoletto (dal 3 novembre), e a Manzoni, I promessi sposi (dal 22 marzo). I prezzi? Zelig costa da 20 a 30 euro. Brachetti da 28,50 a 51,50. Rigoletto da 22 a 66.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati