Grease

Al Teatro della Luna fino al 14 dicembre il fascino della brillantina in un musical da record, dove ritmo e allegria sono trascinanti

BRILLANTINA O COTONATURA? - Un incontro di capelli è, a volte, uno scontro di culture. Danny (Filippo Strocchi) ha un ciuffo da bullo in cerca di conferme: pieno di brillantina, quasi laccato, non si scompone mai nemmeno dopo una folle corsa sulla sua decappotabile o dopo una notte brava. L'acconciatura di Sandy (Sara Maya) è classica, cotonata, molto casa e chiesa, facilissima da scompigliarsi. Due stili così diversi per un vis à vis fatale. Grease, musical che in Italia è quasi al decimo anno consecutivo di programmazione da tutto esaurito nei teatri, racconta un amore che nasce in un'estate fuori città per poi rivelarsi un legame che durerà per sempre. La regia è di Federico Bellone, che succede a Saverio Marconi, la firma delle scorse edizioni, e la Compagnia è la  collaudatissima Rancia, garanzia di successo e qualità.

UN INCONTRO SCONTRO - Danny non sembra fatto per Sandy, le mozza il fiato con la sua esuberanza, la sconvolge con le sue cattive compagnie, che poi tanto cattive non sono. Sembra così diverso, Danny, dal ragazzo timido, dolce e sensibile incontrato mesi prima in spiaggia e al quale Sandy regalava biscottini ogni pomeriggio. La dolce ragazza ne soffre, si chiede se sia veramente destinata a lui, se staranno insieme tutta la vita, cerca di fumare ma nulla, si fa l'orecchino ma sviene, tenta di darsi all'alcool ma non ce la fa proprio. Non riesce a svestire i panni della brava ragazza, miss bontà e buone maniere. Danny si vergogna nel manifestare i suoi sentimenti di fronte al gruppo di amici, tenta di avere Sandy che non gli concede più che casti baci, cade nelle tentazioni di Cha Cha di Gregorio (Chiara Vecchi), la sexy ballerina che lo seduce all'atteso ballo della scuola.

RAGAZZA DELLA PORTA ACCANTO, ADDIO - La galleria di personaggi cantati, ballati e recitati in Grease, al Teatro della Luna fino 14 dicembre, è travolgente. Fra tutti emerge la caparbietà e la dignità, nonostante la pessima reputazione condivisa da tutti e tutte, di Rizzo (Valentina Spalletta), antagonista di Sandy, che sarà l'avvio di un cambiamento per la giovane Sandra Dee - così è presa in giro Sandy - all'insegna di una presa di consapevolezza del suo essere donna, una bella donna che può mettere ai suoi piedi Danny e gli uomini in generale. Basta una tutina aderente nera, una rivoluzione nei capelli, ora boccoli selvaggi, occhiali da sole da dark lady, un trucco più aggressivo, qualche tiro di sigaretta e il gioco è fatto: da ragazzina della porta accanto a femme fatale, regina del rock and roll, al cui passaggio nessuno resta indifferente.

UN MUSICAL TRAVOLGENTE - Ritmo incalzante, canzoni memorabili, coreografie storiche per un musical che non stanca mai, dove i venti attori sul palco regalano energia allo stato puro, dove la professionalità di cantanti, ballerini e attori è continuamente valorizzata in un gioco dove la squadra è tutto e dove le differenze fra caratteri creano una veduta d'insieme memorabile.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati