Dopo l'esperienza stellata al Trussardi alla Scala e la fortunata collaborazione con locali di grande appeal quali Pisacco e Dry, lo chef Andrea Berton torna sulle scene. E lo fa con stile, scegliendo per il ristorante che porta il suo nome una zona della città in pieno fermento e in continua evoluzione: l'avveniristico quartiere di Porta Nuova. Così, ai piedi di uno degli alti edifici progettati da Kohn Pedersen Fox, il celebre maître cuisinier di origini friulane e meneghino d'adozione, per la prima volta chef e patron, il 13 dicembre apre al pubblico la sua nuova creatura gourmet.

Progettato dallo studio Vudafieri Saverino Partners, il Ristorante Berton è un elegante spazio dalle linee moderne ed essenziali, che non rinuncia al calore di elementi strutturali e materici. Un luogo che riflette l'approccio gastronomico dello chef, solido e rigoroso, ancorato alla tradizione ma perfettamente integrato nella contemporaneità, con uno sguardo rivolto al futuro. Ecco allora che il cemento naturale del pavimento dialoga con il legno dell'arredamento: dal rovere nero dei tavoli all'olmo fiammato di uno spettacolare portone di fattura artigianale che separa la sala principale dal privé. E ancora, il lavoro della brigata traspare da un'originale parete in vetro satinato a effetto garza, un separé per un desco di quattro posti che prosegue idealmente il tavolo dello chef situato nell'ampia cucina (un'esclusiva seduta per due persone con vista decisamente privilegiata). E poi? Tende in filato d'acciaio e in carta pergamena rivestono i pannelli di vetro che illuminano lo spazio di luce naturale e creano una sobria intimità. E il menu? Prevede creazioni che lo chef ama definire "moderne", giocate sull'equilibrio degli elementi e sulla riconoscibilità dei sapori primari. Tra queste, il brodo ha un importante ruolo: protagonista della carta, viene nobilitato e presentato come una vera e propria portata, da sorseggiare in accompagnamento ai piatti, in tante declinazioni fredde e calde.

Il Ristorante Berton è in Viale della Liberazione, 13.
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati