Apertura Brian&Barry, Milano

Brian&Barry, moda e gusto

Inaugura il Brian&Barry Building Sanbabila, per una top experience di shopping e food, da vivere in pieno centro

Dodici piani di shopping&food experience e un rooftop gourmet firmato Matteo Torretta, il tutto distribuito su 6.000 metri quadrati di superficie. Tocca il cielo con un dito il nuovissimo Brian&Barry Building Sanbabila che ha aperto i battenti nel cuore del capoluogo, ricavato da un palazzo anni '50 disegnato dall'architetto Giovanni Muzio, a due passi dalle più rinomate vie dello shopping meneghino. In totale, 6 ristoranti e ampi spazi consacrati alla vendita di capi di abbigliamento, accessori, articoli di design e tecnologici. E poi cosmetici, gioielli e orologi. Insomma, da oggi l’eccellenza del Made in Italy e di alcuni dei più prestigiosi brand internazionali si può testare, assaporare e acquistare in questo moderno tempio della moda e del buon gusto, o meglio, "boutique department store", come l'ha definito Claudio Zaccardi, presidente della società.

Aperto sette giorni su sette, dalle 10 del mattino (in realtà i punti ristoro aprono al mattino presto) alle 22, vi si può assaggiare il panino da 6 Euro e la cena da 100, così come è possibile comprare un gioiello cheap ma anche un prezioso da 50mila. Che si salga o scenda sugli avveniristici ascensori a vista, l’esperienza è sempre in discesa, passando dai piani beauty by Sephora e fashion by Brian&Barry, a quelli dove sostare per un tè raffinato selezionato da Arte del Ricevere o degustare qualcosa. Dai poliedrici spazi su due piani firmati Eataly, con steakhouse, hamburgerie, piadineria e shop, all’accogliente piano di Rossopomodoro, per chi ama la pizza verace. Verrà infine inaugurato il 27 marzo il ristorante Asola Cucina sartoriale, regno dello chef Matteo Torretta, con terrazza panoramica sui tetti della città. Progetti per il futuro? Volare ancora più in alto se è possibile, "Vorremmo replicare nelle principali città del mondo", ha aggiunto Zaccardi, "penso alle grandi metropoli asiatiche, ma anche a New York o Londra".
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati