Shopping al museo

Dai bookshop milanesi, suggerimenti di stile, design e moda: se non potete permettervi un Fontana, portatevi a casa almeno la sua faccia...

Non c'è luogo al mondo che riesca a mettere d'accordo amanti dell'arte e dello shopping più di un bel bookshop museale. Ormai glamour e curati nei dettagli come fossero dei veri e propri negozi, questi spazi propongono gadget e chicche di stile oltre ad una selezione di titoli dell'editoria di settore. Gironzolare nel bookstore della Triennale o nei corner allestiti a Palazzo Reale significa incontrare seri studiosi del Cinquecento lombardo e le fashion victim più accanite.

IO INVESTO IN BORSE - Alla Fondazione Arnaldo Pomodoro lo spazio di vendita è riservato alle edizioni Corraini. Tra le proposte, le borse MAMbo (sì, il museo d'arte contemporanea di Bologna). In PVC e dunque impermeabili, le bag sono realizzate con materiali di riciclo, in particolare con striscioni e stendardi in plastica, utilizzati per promuovere le mostre proposte dal museo bolognese. Ogni borsa è così un pezzo unico, in vendita a partire da 30 Euro. I patiti di design trovano inoltre alcuni prodotti di Pandora Design, come la paletta schiacciamosche di Giulio Iacchetti, Bye Bye Fly. Coloratissime, o nel più sobrio nero, hanno impressa la pianta della città di Milano e si acquistano a 10 Euro. Ideale per chi ha troppi mosconi che gli ronzano intorno.

UNO, DIECI... 900 BOOKSHOP! - La new entry nel panorama dei musei milanesi, il Museo del Novecento, porta con sé il primo bookshop targato Electa sul territorio cittadino. Due piani ad altissimo tasso di arte, architettura, design e gadget. Come gli accessori di Fumne, un marchio creato dal laboratorio artigianale femminile del carcere Le Vallette di Torino. I lavori delle detenute sono ricavati da abiti, borse, bijoux dismessi e trasformati con abilità in accessori trendy: dalle pochette ai portamonete, fino alle spille decorate con le immagini di icone di stile come Grace Kelly o Coco Chanel (da 20 Euro). Divertenti i modelli di Maschera, ovvero sacchetti di carta con la stampa del volto di un artista o di un designer (da Lucio Fontana a Franco Albini) in scala uno a uno: basta mettersi un sacchetto in testa per sentirsi un po' più geniali. Regalo ideale per giovani dall'autostima incrinata o dall'ego spropositato, on sale a 4 Euro.

MUSEO DI STILE - Più che istituzione museale vera e propria, 10CorsoComo è un tempio dello stile. Che include anche la Galleria Carla Sozzani, spazio espositivo che ormai da vent'anni propone ai milanesi mostre (specie fotografiche) di livello, ma anche una libreria all'altezza della situazione. Oltre a libri, riviste e cd, si possono acquistare borse in puro stile Andy Warhol. Le opere del papà della Pop Art ispirano borse di ogni foggia e vasi di ceramica di Loop NYC (a partire da 26 Euro). È ancora design mania con alcuni pezzi disegnati dal maestro danese Arne Jacobsen: la sua caffettiera è in vendita a 225 Euro. Sfiziosa la snowball di Martin Margiela. La tonalità dei fiocchi di neve si può scegliere tra argento e bianco al costo di 110 Euro. E, tra le pareti domestiche, l'atmosfera natalizia permane tutto l'anno.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati