Segni e racconti sonori ai confini della città

Lo Spazio Teatro 89 ospita la seconda edizione della rassegna "La musica e l'autore"

Ultime battute per la rassegna musicale La musica e l'autore, che dopo i consensi della passata edizione torna a solleticare la realtà musicale milanese allo Spazio Teatro 89.

LA MUSICA E L'AUTORE - Gli stimoli servono a Milano, soprattutto oggi dove spesso la faccia artistica della capitale economica italiana soffre di staticità. E la musica, in particolar modo, ha bisogno di trovare nuovi sbocchi che aprano nuovi percorsi al mercato discografico. La musica e l'autore è una sorta di laboratorio sperimentale che vuole farci tornare a parlare di musica a 360°. "Se la prima edizione della rassegna - ci spiegano gli organizzatori - si era focalizzata sull'energia dei suoni della musica popolare con l'intento di portare attraverso essa maggior slancio e vivacità culturale nel territorio, questa nuova tappa si indirizzerà alla canzone d'autore nelle sue varie sfaccettature". 

NUOVO SLANCIO - I canti, i suoni e le parole trovano sempre la maniera per camminare a braccetto, guardando ad una sfida: le iniziative culturali possono contribuire nel loro piccolo a vivacizzare l'assetto culturale nella dimensione metropolitana. Il 21 aprile alle ore 21.00 tocca a Paolo Bonfanti e ad Alessandro Pelle: genovese il primo, è uno dei maggiori surfisti dell'onda blues e rock italiana. Il suo percorso musicale si incrocia con quello del percussionista Pelle. Il duo sarà preceduto da Massimo Priviero & band, sintesi perfetta tra musica d'autore e rock.

CONTE E VOLTARELLI - Il 5 maggio alle ore 21.00 tocca all'affabulatore Giorgio Conte, fratello di Paolo, che porta in scena musica, ironia, riscoperta di atmosfere fiabesche e citazioni jazz che evocano segnali tra scelte passate e tentazioni futuriste. Ad accompagnarlo ci sono Alessio Graziani alla fisarmonica e trombone, Alberto Malnati al contrabbasso, Alberto Parone alla batteria, Guglielmo Pagnozzi al clarinetto e sax. Grande chiusura il 18 maggio alle ore 21.00 con la performance di Peppe Voltarelli, ex vocalist della band Il Parto delle Nuvole Pesanti, che offre ironia, sarcasmo, malinconia e riflessione in musica.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati