New Transilvania Live

Via le ragnatele! Nuovo look, stesso hard-sound

NEW TRANSILVANIA STYLE - Il Transilvania è entrato in un centro estetico e ne è uscito con un look completamente rinnovato. Oltre ai pipistrelli che hanno preso il volo (a parte  uno stilizzato sopra il palco, che rimane in memoria di un'era) e ai loculi che sono definitivamente "morti e sepolti", tante altre sono le novità che arredano adesso lo storico locale.  Esternamente verrà creato a breve un gazebo; internamente, invece, i lavori sono già compiuti, e protagonista assoluto è diventato l'acciaio, dai tubi innocenti che incorniciano la volta, alla gabbia di metallo nei pressi del palco (sempre frontale rispetto all'ingresso), al drago gigantesco appeso al soffitto, pronto a sputare fumo appena si accende la consolle (trionfante in alto sulla destra, nascosta da un sipario durante il live).

CLAN OF XYMOX - Nonostante il restyling si continua a respirare un'atmosfera dark, sarà perchè i protagonisti dell'inaugurazione di venerdì 15 settembre sono i Clan of Xymox? Il gruppo capostipite del filone elettronico della darkwave, con oltre 20 anni di storia alle spalle, approda dall'Olanda per presentare il suo ultimo album Breaking Point (2006) e, complice l'ingresso libero, riempie il Transilvania di pubblico. Medio-adulto che sia, ma decisamente "high fidelity". Il desiderio di far gioire i fan della prima ora porta Ronny e soci a miscelare i nuovi brani, ad esempio la fulminea e techno Weak in My Knees ai successi del passato, come Louise e Michelle (da Medusa-1986), che hanno raggiunto lo status di pezzi immortali. Un'ora e mezza di live fumoso e scuro, in cui la voce di Moorings, cavernosa e toccante, si staglia attraverso meandri sonori caratterizzati da sintetizzatori, schitarrate e drum machine. La serata dopo il concerto degli Xymox è marchiata Box Position. Fino alle 4.00 del mattino si è ballato al ritmo delle sonorità dark ed elettroniche di dj Orax e compagni paracadutisti.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati