Nathalie, principessa raggiante di X Factor

Una donna sul podio del talent show di Raidue mette d'accordo critica e pubblico. Parlano i numeri: vince il Web

Scampato il pericolo che la magia misteriosa del televoto portasse Nevruz sul trono della quarta edizione di X Factor, il duello finale si è svolto ad armi "quasi pari" tra il principe Davide e la principessa Nathalie. La voce di Mister Mogavero, con un inedito in puro stile morandiano firmato da Francesco Renga, ha sedotto, ma non aveva il fattore X. Insomma, niente sgambetti o brutte sorprese perché questa volta critica e pubblico si sono trovati allineati. Sul trono del talent show di Raidue siede una reginetta romana, Nathalie, che con il suo coraggioso pezzo In punta di piedi ha fatto asso pigliatutto.

LA REGINETTA DI X FACTOR - Che l'euforia per i dati di ascolto della sarabanda guidata da Francesco Facchinetti non ci faccia pensare che la voce della giovanissima Giannitrapani sia una fuga dal torpore dell'universo canoro femminile in Italia. Qui non si tratta di fuggire, ma di investire su una personalità che potrebbe resistere nel tempo. Questa Janis Joplin, sbucata nel caos della YouTube generation, potrà sorprenderci se l'ingessato mercato discografico italiano le darà l’opportunità di investire sulle canzoni scritte da lei. Abbiamo bisogno di cantautrici, che siano delicate e graffianti al tempo stesso. E Nathalie lo è, nonostante il suo coach Elio si sia ammalato strada facendo di un immotivato "nevruzismo cronico".

NUOVI SCENARI - Ci sono una serie di coincidenze che ci portano ad una riflessione. La Rai di Milano è ritornata ai tempi d'oro, perché X Factor, dopo il programma di Fazio & Saviano, è quello che sta sbancando in termini di share. E non ci vuole il sorriso di Gori di Magnolia per capirlo.  Il decadente Servizio Pubblico ha fatto scacco matto con due proposte televisive che bisbigliano la voglia di cambiamento:  da una parte i sermoni di Saviano che incollano sul divano quasi 10 milioni di telespettatori ; dall'altra la vittoria a sorpresa di Nathalie, che dimostra che "il popolo è stanco delle solite brioche". Sarà di buon auspicio per uno scenario alternativo, che vada oltre LCD del nostro soggiorno? Stiamo a vedere, ma con la presa di coscienza che l'alternativa alla tv c'è già. Si chiama Web e i numeri da capogiro di X Factor lo confermano: 18 milioni di pagine viste e 30 mila utenti unici al giorno sul sito ufficiale. E la Rai questa volta non può far finta di niente. 

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati