Musica

Musetta e Baby Blue: nuove band in scena

La musica indie protagonista sul palco del Leoncavallo con Frest!

Nuova stagione per il Leoncavallo che per il secondo anno apre le porte alla musica di esordienti e non appartenenti alla scena alternativa. Mercoledì 29 settembre sul palco rinnovato dell'Hemp Bar ci aspettavano le delicatezze melodiche dei Musetta e il rock ritmato dei Baby Blue. Due mondi che rappresentano alcune delle sfumature della musica odierna. I primi fanno incontrare l'elettronica, orchestrata da Matteo Curcio, con la voce graziosa, cantata in italiano, di Marinella Mastrosimone. Un immaginario onirico noir sollecitato dai visuals che interagiscono e completano la partitura sonora.

I Baby Blue, ascoltati di sfuggita in formato cd suonavano molto più pop di quello che in realtà offrono dal vivo. Piglio deciso e marcatamente rock, il sapore degli anni '90 non si toglie dalle melodie in crescendo della band. Spesso l'inzio è lento, solo la batteria a tenere il tempo, scorrendo verso il finale la canzone aumenta di intesità, vocale e musicale. L'unica pecca, se proprio si vuol fare i pignoli, è la ripetizione dello schema in quasi tutte le canzoni. Ma le varizioni sul tema quando ci sono rimangono impresse, vedi il singolo River e in Earthquake.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati