Concerto Lisa Hannigan Milano

Musica

Lisa Hannigan, la voce gentile del folk irlandese

L'ex musa di Damien Rice ammalia il pubblico dei Magazzini Generali

Mentre in molti si chiedono che fine abbia fatto Damien Rice, una parte di lui è in giro per il mondo a regalare buone vibrazioni: è Lisa Hannigan, ex musa del songwriter irlandese, in concerto la sera di lunedì 7 maggio ai Magazzini Generali di Milano per promuovere il suo secondo disco: Passenger.

Sul palco, la Hannigan dimostra subito di essere molto di più che l'ex ispiratrice di qualcuno, lanciata ormai nel panorama del cantautorato più raffinato con qualche ammiccamento pop e un saldo appoggio sull'intera tradizione folk irlandese: quella delle gig casuali nei locali fumosi, quando uno spunto melodico, nella sua semplicità, si arricchisce via via di suoni e strumenti fino a una completa armonizzazione. E lo spunto, in questo caso, viene sempre dallo strumento più originale: la sua voce, flautata ed eterea ma all'occorrenza struggente e passionale. A questa, di volta in volta si aggiungono concertine, ukulele, trombe e xilofoni come carillon. L'atmosfera è quella di una festa popolare (Knoots), ma nelle ballads (Safe travels) si sente la carezza di una dolcissima ninna nanna, su cui il pubblico, come un bambino, si lascia cullare nella pace dei sensi. Momento della serata: l'intera band riunita a semicerchio attorno a un unico microfono, con solo una chitarra in sordina, a intonare in coro The Night They Drove Old Dixie Down dei The Band.
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati