Recensione concerto Lionel Ritchie - Milano

Musica

Lionel Ritchie sull'onda degli anni Ottanta

La pop star americana conquista il nostalgico pubblico del Forum e si concede nelle vesti di showman

Lionel Ritchie, classe 1949 e ospite del DatchForum, è fra i pop singer che ci hanno fatto ballare tra romanticherie negli anni ottanta. Brani come We are the world, scritta nel 1985 insieme a Michael Jackson, o All night long, nella scaletta della tappa milanese, lo hanno catapultato in vetta a tutte le classifiche mondiali.

NOT A CONCERT, BUT A SHOW - Un pubblico adulto aspetta impaziente Lionel, e nell'attesa inizia a canticchiare, o forse ripassare, i successi di ieri. Tanti sono venuti dal resto d'Italia: da Bologna a Roma o da Palermo, e fra la folla si riconosce anche un folto audience anglofono. "Milano! Ho girato il mondo, ho visto tanti posti e tanta gente, ma adesso sono tornato. Questa sera vi racconterò gli anni '80, '90 e il 2010… ops! Voi comunque aspettatemi", apre così la performance Lionel. I recenti Just for you e I call it love rompono il ghiaccio, prima di finire sul battistrada dei ricordi. Richie si rivela un simpatico e divertente intrattenitore, scherza con la sua band ed è coinvolgente. "oh!, ma questa è acqua - sorseggia la pop star -  io non posso bere acqua, mi fa male!". Balla e salta da una punta all'altra del palco come un ragazzone che ha tanta voglia di divertirsi e nei suoi movimenti di anca suggerisce al pubblico "Dai, facciamo come Shakira!".

100 MINUTI DI RICORDI - La voce di Lionel è sempre emozionante. Penny Lover solletica il revival dell'epoca reaganiana, seguita da Easy, dal dolce e romantico assolo al piano di Still, a Endless Love duettato con il pubblico femminile: "La mia band dice che questo brano può essere cantato solo con Diana Ross, ma no è vero, io ho qui con me 3000 principesse?" fa il ruffiano Lionel. E poi ancora Hello e Say you Say me. "Sapete, quando io canto, vi guardo. - racconta il chiacchierone Ritchie - Noto che le donne si dimenano di più degli uomini, perché vogliono manifestare i loro sentimenti. Del resto mi siete rinoconscenti per quante notti vi ho salvato e fatto compagnia!". Le luci si spengono, eppure quelle canzoni dopo 25 anni ci fanno ancora sussultare, mentre le nuove generazioni le mettono fra la lista dei pezzi da scaricare dal web.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati